spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 14 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ospedale Santa Maria Annunziata: 22enne aggredisce personale sanitario e guardia giurata

    Tunisino, ha causato ferite guaribili in pochi giorni ad alcuni membri del personale sanitario; aggrediti anche i carabinieri

    PONTE A NICCHERI (BAGNO A RIPOLI) – Nella prima mattinata di martedi 11 luglio, attorno alle 7, i carabinieri del Nucleo Radiomobile, su richiesta della centrale operativa, sono intervenuti presso il pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Annunziata, a Ponte a Niccheri.

    Qui un paziente, un 22enne tunisino, stava danneggiando gli apparecchi presenti e aggredendo il personale sanitario intervenuto.

    I militari hanno intercetteato l’uomo presso il pronto soccorso, dove aveva già aggredito la guardia giurata e il personale sanitario, dimenandosi e colpendoli con calci e pugni.

    L’intervento dei militari ha consentito di bloccare l’esagitato che, nelle fasi concitate dell’arresto, ha anche colpito due militari, senza causare lesioni.

    Il personale sanitario aggredito ha riportato invece delle lievi lesioni, guaribili in pochi giorni.

    Nelle fasi preliminari all’arresto il 22enne ha inoltre dabbeggiato apparecchiature medicali e sanitarie, causando un danno in corso di quantificazione.

    Le ipotesi di reato formulate all’arresto in flagranza di reato sono quelle di lesioni aggravate, danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

    A seguito di direttissima avvenuta nella giornata di ieri, dopo la convalida dell’arresto è stato sottoposto all’obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...