spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 3 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Pagine di Memoria”, Bagno a Ripoli legge la Shoah: le iniziative. Anche un trekking

    In occasione del 77° anniversario dalla liberazione di Auschwitz, l'amministrazione comunale invita la cittadinanza a condividere sui social letture e testimonianze dedicate

    BAGNO A RIPOLI – Letture e reading online per ricordare la Shoah. La commemorazione ai cippi del territorio.

    E un’escursione a piedi nei luoghi del ricordo.

    Sono alcune delle iniziative con cui Bagno a Ripoli celebrerà la Giornata della Memoria dedicata alle vittime dell’Olocausto, giovedì 27 gennaio, in occasione del 77° anniversario dalla liberazione del campo di sterminio di Auschwitz. 

    “Pagine di Memoria”, leggere la Shoah

    In collaborazione con la biblioteca comunale, l’amministrazione ripropone per il secondo anno consecutivo l’iniziativa “Pagine di Memoria” per promuovere la conoscenza dell’Olocausto attraverso la lettura.

    Il sindaco e gli assessori leggeranno in video le testimonianze di chi ha vissuto sulla propria pelle l’orrore della Shoah: brani tratti da romanzi, poesie, ma anche interventi istituzionali.

    La video-lettura la vedete qui sotto. Ad accompagnarla, l’invito a tutti i cittadini a condividere sui social foto, video o stories con brani e parole dedicate alla Shoah utilizzando gli hashtag #PaginediMemoria e #ComuneBagnoaRipoli.

    “L’obiettivo – spiegano il sindaco Francesco Casini e la giunta – è creare anche stavolta una “bacheca” virtuale della Memoria, che tutti possono consultare, che possa diventare uno spunto di riflessione attraverso le parole dei testimoni”.

    “Finché ci saranno episodi come quello avvenuto proprio in questi giorni in provincia di Livorno – ricorda il sindaco – dove un bambino di famiglia ebrea è stato insultato e preso a calci, è un dovere per tutti noi ricordare cosa significarono l’orrore della Shoah e la follia nazifascista, per impedire che si ripetano di nuovo. Solo la cultura e il rispetto possono scongiurare che tornino quei tempi bui”.  

    Come ogni anno, inoltre, la biblioteca comunale, il 27 gennaio, pubblicherà un’ampia bibliografia sul tema dell’Olocausto sul proprio sito: www.biblioteca.comune.bagno-a-ripoli.fi.it.

    Omaggio ai cippi della Memoria insieme alle scuole

    Domattina si svolgerà, come di consueto, la deposizione delle corone commemorative ai cippi del territorio.

    Saranno presenti il sindaco Francesco Casini, il presidente del consiglio comunale Francesco Conti, i rappresentanti di ANPI Bagno a Ripoli, di ANED, dell’associazione “Per non dimenticare – Do Not Forget” Onlus, le rappresentanti della Commissione Pace e Diritti del Comune.

    Le corone saranno collocate al monumento alle vittime della Shoah “Per non dimenticare” all’Istituto Gobetti-Volta alla presenza del preside Simone Cavari e di una ristretta delegazione degli studenti, al memoriale “Mai più…” ospitato nel cortile della scuola media “Granacci”, in presenza della dirigente scolastica Amalia Bergamasco e dei rappresentanti degli studenti, e al cippo di Villa La Selva, che fu sede di un campo di internamento. 

    In cammino dei luoghi della Memoria

    Domenica 30 gennaio, il Gruppo Trekking di Bagno a Ripoli organizza un’escursione sul territorio comunale dedicata al Giorno della Memoria patrocinata dal Comune.

    La partenza è alle ore 8.30 dall’Oratorio di Santa Caterina in via del Carota. Da lì, con un percorso ad anello di circa 13 km della durata di 5-6 ore circa, saranno visitati alcuni dei luoghi della Memoria come Villa La Selva, Villa Apparita di Sopra, dove ha abitato la famiglia Rosselli e la fattoria Villa Monna Giovannella, appartenuta a Ernesto Nahatan.

    Pranzo al sacco, consigliati scarponi con suola scolpita e bastoncini. Richiesti certificazione verde rafforzata, mascherine e rispetto dei distanziamenti.

    Prenotazioni e ulteriori info: info@trekkingbagnoaripoli.it3398554565

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...