spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Pd Bagno a Ripoli, Claudio Cecchi è il nuovo consigliere comunale

    Subentra a Martina Masi, dimessasi per motivi lavorativi e personali nello scorso giugno

    BAGNO A RIPOLI – Il gruppo consiliare del Partito democratico in Comune a Bagno a Ripoli dà il benvenuto a Claudio Cecchi, neo-consigliere che entra ufficialmente in carica dalla seduta odierna del Consiglio comunale.

    Cecchi subentra a Martina Masi, dimessasi per motivi lavorativi e personali nello scorso giugno.

    “Affronto questo nuovo impegno con entusiasmo per dare il mio contributo alla collettività di Bagno a Ripoli ed al Partito democratico” sono le parole di Cecchi al momento dell’insediamento.

    A fare gli “onori di casa” è Sandra Baragli, capogruppo del Pd, che dà il benvenuto al nuovo collega: “Conosco Claudio da tempo, in quanto iscritti allo stesso circolo Pd e sono certa che possiede le capacità e la volontà per dare un contributo importante, nonostante non sia semplice inserirsi a fine consiliatura”.

    Un grande in bocca al lupo arriva anche dal segretario dell’Unione comunale e consigliere comunale Edoardo Ciprianetti.

    “Claudio affronta questo incarico forte della sua esperienza politica nel partito in questi anni – dice Ciprianetti – e saprà essere di grande aiuto in questi ultimi mesi di mandato, dando il proprio contributo al lavoro della squadra del Pd in Consiglio”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...