spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 24 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Politica in fibrillazione, il Pd: “Sbalorditi dalle dichiarazioni di Liberi e Uguali”

    "Assumersi la responsabilità di una rottura sul nome di Casini sarebbe francamente davvero inspiegabile"

    BAGNO A RIPOLI – Arriva a strettissimo giro di posta la risposta del Partito democratico di Bagno a Ripoli alle critiche, dure, con cui Liberi e Uguali (LeU) si è espressa in merito all'indicazione, da parte del Pd ripolese, del sindaco uscente Francesco Casini come futuro candidato alle elezioni amministrative 2019.

     

    Ed è una risposta che certifica quanta distanza ci sia fra le due forze politiche. Una distanza che renderà molto accidentato un percorso verso una sempre più ipotetica coalizione.

     

     

    "Le dichiarazioni di Liberi e Uguali Bagno a Ripoli ci lasciano increduli, sbalorditi e molto dispiaciuti – dicono dal Pd ripolese – Da settimane abbiamo aperto ad un percorso condiviso con tutte le forze del centrosinistra verso le amministrative 2019, per costruire insieme il programma, il presente ed il futuro di Bagno a Ripoli e dei suoi cittadini".

     

    "Anziché raccogliere questo invito – accusano – ribadito in ultimo con forza e chiarezza nella relazione del segretario durante l’ultima assemblea comunale, viene contestata la modalità della ricandidatura di Francesco Casini da parte del Pd, un passaggio politico e statutario proprio della democrazia interna del nostro partito".

     

    "Spiace davvero – rimarcano – che Liberi e Uguali, anziché pensare a lavorare a un programma unitario per il futuro dei cittadini del nostro comune, preferisca perdersi in polemiche prive di qualsiasi logica e ragione".

     

    "Giova infatti ricordare – rilanciano – che mai, negli incontri fatti finora e di cui anche LeU dà conto nella sua nota, è mai stata messa in discussione la figura di Francesco Casini ma sempre è stata messa al centro la volontà di costruire intorno a lui un programma comune".

     

    "La nostra disponibilità in tal senso resta immutata – concludono – e speriamo vivamente che LeU voglia continuare a lavorare per Bagno a Ripoli, proseguendo la più che positiva esperienza amministrativa dimostrata in questi anni dal sindaco e la squadra di maggioranza. Assumersi la responsabilità di una rottura sul nome di Casini senza alcun fondamento politico sarebbe francamente davvero inspiegabile".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...