spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Limitazioni alla circolazione dei veicoli fino all’1 gennaio

    Il Comune di Bagno a Ripoli, a causa dei livelli raggiunti dalle polveri sottili (Pm10), con riferimento all'ordinanza che dispone le misure urgenti per la lotta all'inquinamento atmosferico già in vigore, informa che, dalle 8.30 di venerdì 28 dicembre alle 8.30 di   martedì 1 gennaio 2013 sono in vigore i seguenti provvedimenti:
     
    – Divieto di circolazione dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30, nei centri abitati di Bagno a Ripoli, Grassina ed Antella. Le limitazioni sono valide per le seguenti categorie di veicoli:

     

    – Motocicli a 2 tempi Euro 1 identificati dal Codice della Strada all'articolo 53 lettera a), non conformi alla direttiva 2002/51/CE fase A o normative successive;

     

    – Autovetture a benzina Euro 1 identificate dal Codice della Strada all'art. 54 lettera a) (M1), non conformi alla direttiva 91/542/CE punto 6.2.1. B o normative successive;

     

    – Autovetture diesel Euro 2 ed Euro 3 identificate dal Codice della Strada all’articolo 54 lettera a) (M1), non conformi alla direttiva 98/69/ CE B o normative successive.

     

    – Veicoli diesel Euro 1 per il trasporto merci identificati dal Codice della Strada all’articolo 54, lettera c), d), e), h), i) – categorie N1, N2 ed N3 – non conformi alla direttiva 91/542/CE .6.2.1 B o normative successive.
     
    Sul sito internet del Comune è possibile consultare le planimetrie dei centri abitati, le deroghe ai divieti e il testo completo delle ordinanze.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...