spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tutte le informazioni sono disponibili presso l’Urp del palazzo comunale ripolese

    BAGNO A RIPOLI –  E' aperto un avviso per la prevenzione dell'esecutività degli sfratti per morosità. Si tratta di una misura straordinaria e sperimentale condivisa con i 33 Comuni dell'area fiorentina aderenti a Casa Spa, che prevede la concessione di interventi economici a favore di inquilini in temporanea difficoltà economica, determinata dalla perdita o dalla diminuzione della loro capacità di reddito a causa della crisi economica.

     

    Tali contributi straordinari sono concessi in presenza di un procedimento di intimazione di sfratto per morosità per il quale non sia ancora intervenuto il provvedimento di convalida o, se la convalida è avvenuta, nel caso in cui non vi sia stata ancora esecuzione. Gli interventi che potranno essere attuati usufruiscono di un primo stanziamento di 18mila euro.

     

    La domanda deve essere presentata entro sabato 30 novembre 2013, presso il Servizio Socio-Assistenziale – Ufficio Casa del Comune in orario di apertura al pubblico presso la sede in Via Fratelli Orsi, 22. Il testo integrale e il modello di domanda sono disponibili: sul sito del Comune alla pagina web http://tinyurl.com/AvvisoSfratti; all'Ufficio Relazioni con il Pubblico (Urp), piazza della Vittoria 1, lunedì mercoledì e venerdì dalle 8 alle 13, martedì e giovedì dalle 8 alle 12 e dalle 14.30 alle 18, sabato dalle 8.30 alle 12.30; all'Ufficio Assistenza, Via Fratelli Orsi n. 22, lunedì dalle 8 alle 13, martedì e giovedì dalle 14.30 alle 18.

     

    “Si tratta di un altro tassello del mosaico di provvedimenti che l'amministrazione comunale, insieme alla Regione Toscana che ha finanziato il progetto, ha adottato per proteggere il diritto alla casa – hanno dichiarato il sindaco di Bagno a Ripoli Luciano Bartolini e l'assessore alle politiche educative, formative, della salute e abitative Rita Guidetti – una tessera importante, che cerca di rispondere in maniera concreta, benché all'interno delle ovvie limitate possibilità, alle problematiche sociali del territorio, particolarmente a quelle delle fasce più deboli della popolazione, nella linea di solidarietà da sempre seguita dal Comune di Bagno a Ripoli”.

     

    Intanto il Comune di Bagno a Ripoli (fino al 9 luglio) ha pubblicato all’Albo Pretorio del Comune (http://tinyurl.com/GraduatoriaContributi), ed è consultabile anche presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico, la graduatoria provvisoria relativa ai contributi ad integrazione dei canoni di locazione per l'anno 2013

     

    È possibile presentare ricorso utilizzando l'apposito modulo disponibile allo stesso link o da ritirare presso il Servizio Socio-Assistenziale o presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (Urp). Il ricorso dovrà essere riconsegnato esclusivamente all'Urp, Ufficio Relazioni con il Pubblico, del Comune di Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1, lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8 alle 13, martedì e giovedì dalle 8 alle 12 e dalle 14.30 alle 18, sabato dalle 8.30 alle 12.30, o spedito a mezzo raccomandata a.r. alla Commissione Comunale per la formazione della graduatoria definitiva contributi Legge n. 431/98, Piazza della Vittoria 1 Bagno a Ripoli entro il 9 luglio 2013.

     

    Il Servizio Socio-Assistenziale del Comune (via Fratelli Orsi 22, Bagno a Ripoli, tel. 055 6390353-355) è a disposizione per chiarimenti il lunedì dalle 8 alle 13, il martedì e giovedì dalle 14.30 alle 18.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...