spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 13 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Pro Loco di Bagno a Ripoli, il presidente è Gian Domenico Volpi

    Ufficialmente insediato il Consiglio Direttivo che ha indicato Annalisa Ciacci Santangelo come vicepresidente e Martina Masi segretario

    BAGNO A RIPOLI – Gian Domenico Volpi Presidente, Annalisa Ciacci Santangelo Vice Presidente, Martina Masi Segretario e Saura Milani Tesoriere. Sono queste le cariche della Pro Loco per Bagno a Ripoli indicate dal Consiglio Direttivo (di cui fanno parte anche Massimo Casprini, Laura Forconi e Nicla Dugheri) che si è insediato ufficialmente ed ha proceduto, come primo atto, alla ratifica degli eletti da parte della Commissione Elettorale e quindi alla nomina dei vertici.

     

    Completate dunque tutte le procedure della fase costitutiva, la neonata associazione inizia adesso la sua attività e lo fa immediatamente. Ancora oggi la Pro Loco Per Bagno a Ripoli sarà presente alla manifestazione Prim.Olio con uno stand a lei dedicato in cui sarà possibile incontrare i neoeletti consiglieri, conoscere l’associazione e i suoi obiettivi e, per chi volesse, sottoscrivere la tessera associativa.

     

    Non solo. Perché il banco della Pro loco sarà aperto alle varie associazioni del territorio per promuovere i loro eventi e incontri tramite volantini e materiale promozionale da portare direttamente allo stand.

     

    "Un gesto non solo simbolico – spiega il presidente Volpi – ma che rappresenta esattamente la finalità dell'associazione: aprirsi alla collaborazione con tutte le realtà che operano sul territorio con l'unica finalità di promuovere sempre di più le loro attività  e, in generale, il bellissimo territorio di Bagno a Ripoli".

     

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...