spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Protezione Civile: nuova convenzione fra Bagno a Ripoli, Rignano, Figline-Incisa

    Lavoro di squadra. Sottoscritta dai sindaci lunedì 19 dicembe: sarà valida dal 2017 al 2021

    BAGNO A RIPOLI – Lunedì 19 dicembre è stata sottoscritta la nuova Convenzione della Gestione Associata per i servizi di Protezione Civile ed Antincendio Boschivo fra i Comuni di Bagno a Ripoli, Figline e Incisa Valdarno e Rignano sull'Arno.

     

    La Convenzione, già approvata nei tre consigli comunali a novembre, ha durata quadriennale a decorrere dal 1° gennaio 2017.

     

    La prima Convenzione fu siglata il 21 febbraio 2009 nel Comune di Bagno a Ripoli, in quanto Comune capofila della Gestione Associata.

     

    Ad apporre la propria firma sono stati i sindaci Francesco Casini per Bagno a Ripoli, Giulia Mugnai per Figline-Incisa e Daniele Lorenzini per Rignano sull'Arno.

     

    Erano presenti alla cerimonia anche l'assessore alla Protezione Civile di Rignano sull'Arno David Bettini e il responsabile della Protezione Civile di Bagno a Ripoli Roberto Fanfani.

     

    La nuova Convenzione ufficializza la possibilità da parte del Centro Intercomunale di attivare il volontariato locale per la gestione delle microcalamità, oltre al mantenimento delle attuali attività quotidiane di monitoraggio del territorio, pianificazione dei rischi, supporto alle amministrazioni locali per la gestione delle emergenze, formazione ed informazione in materia di protezione civile verso la popolazione con particolare attenzione all'utenza scolastica.

     

    In questo quadriennio è previsto l'aggiornamento del Piano Intercomunale al fine di renderlo rispondente alle nuove normative regionali emanate in materia di allertamento. Si tratta di un ulteriore passaggio finalizzato ad affiatare sempre di più strutture e personale disponibile nel territorio dei 3 comuni nella speranza che in reale situazione di pericolo si possano evitare il più possibile imprevisti ed incertezze.

    “È con soddisfazione e convinzione – dicono i firmatari – che si va alla firma per un altro quadriennio di questa gestione associata che ci ha permesso e ci permetterà di lavorare sulla pianificazione dei rischi e sulle emergenze in materia di protezione civile come non potremmo fare se fossimo da soli, senza cioè il grande valore aggiunto che proviene proprio dall'unione organizzata delle forze e dal nuovo vigore che ne nasce oggi, tale da consentire di approfondire la condivisione e la messa in rete delle competenze e delle risorse di ciascun Comune, con il contributo insostituibile delle varie realtà associative di volontariato”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...