spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 8 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sabato 1 giugno alle 18 presso il Teatro Storico di Osteria Nuova

    Teatro ON Firenze Sud, a conclusione del primo corso base di recitazione 2013 presso il Teatro Storico di Osteria Nuova (casa del popolo, via Roma 448), presenta sabato 1 giugno alle 18 (ingresso libero) la prova di fine corso dei propri allievi-attori.

    La “prova”, aperta gratuitamente a tutti gli interessati, sarà di fatto costituita da un breve spettacolo formato da cinque corti teatrali. Ogni corto che andrà in scena è stato oggetto, nell’arco dei tre mesi passati, di scrittura e di prova da parte dei rispettivi attori ed è stato realizzato attraverso una libera elaborazione avente come testo di partenza un libro o un articolo di giornale scelto dagli stessi attori.

     

    Questi gli allievi ed i testi: Francesca Sancasciani in MAMA MARU, un’idea nata da ”La profezia della Curandera” di Hernàn Huarache Mamani; Sandra Ciotti in ORGANZA DI SETA, un’idea nata da ”Miele” di  Ian McEwan; Gianluca Anziati in O FORSE ERA IERI, un’idea nata da “Lo straniero” di Albert Camus; Anna Pericoli in LA LEZIONE, un’idea nata da ”Le ricette di casa Clerici” di Antonella Clerici; Alessandra Bonera in POSTERS, un’idea nata dall’articolo “Le ragazze gentili vanno all’inferno” di Arianna Huffington.

     

    Regia: Daniele Viciani. Docenti del corso: Daniele Viciani (recitazione), Giacomo Quinti (scrittura). A conclusione dello spettacolo saranno presentate le iniziative per la nuova stagione di formazione di Teatro ON.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua