spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 7 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ecco i provvedimenti presi negli otto comuni della “cintura”, compreso Bagno a Ripoli

    BAGNO A RIPOLI – A seguito della comunicazione da parte di Arpat del quindicesimo superamento nel 2013 della soglia PM10 di 50 µg(microgrammi)/m3 in almeno una delle centraline urbane fondo (quelle cioè a tal fine ritenute significative da parte della Regione Toscana) di riferimento per l'agglomerato fiorentino per la qualità dell'aria, ed in considerazione del fatto che l'ultimo superamento rappresenta il sesto consecutivo, la Provincia di Firenze, nel suo ruolo affidatogli dalla Regione Toscana di coordinamento degli otto Comuni dell'Agglomerato fiorentino per la qualità dell'aria (Firenze, Scandicci, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Bagno a Ripoli, Lastra a Signa, Signa e Calenzano) stamani ha dato indicazione di attivare da oggi i provvedimenti urgenti concordati in sede di Coordinamento con gli stessi Comuni.

     

    Si tratta dei provvedimenti che rimangono in vigore sino alla fine dell'anno, consistenti nella riduzione della temperatura e degli orari di accensione per gli impianti termici e nei divieti di circolazione per determinate categorie di mezzi inquinanti in particolari aree dei centri abitati – ZTL e simili – nelle fasce orarie 8.30-12.30 e 14.30-18.30.

     

    Inoltre, in conseguenza del fatto che siamo in presenza di oltre tre superamenti consecutivi della soglia PM10, vengono presi provvedimenti della durata di quattro giorni che prevedono il divieto di circolazione nei centri abitati, per determinate categorie di mezzi inquinanti, nelle fasce orarie 8.30-12.30 e 14.30-18.3.

     

    "Si tratta certamente – afferma l'assessore all'ambiente della Provincia di Firenze Renzo Crescioli – di provvedimenti di rilevante impatto. Essi però non sono null'altro che quelli conformi allo schema concordato ed attuato dagli 8 Comuni negli anni scorsi e confermato per quest'anno. Inoltre si rendono ancor più opportuni in considerazione del pesante quadro di qualità dell'aria verificatosi in questi giorni confermato dal dato di sei giorni consecutivi di superamento della soglia di PM10. Peraltro, il quadro meteo che ha contribuito a creare questa situazione (forte stabilità atmosferica, bassa ventilazione e inversione termica verticale) si prevede che prosegua in tutta l'area fiorentina sino a tutto venerdì 13 dicembre".

     

    "Ovviamente – conclude l'assessore Crescioli – la Provincia, nel ruolo di coordinamento che la Regione le affida, dà indicazioni che spetta a ciascun Comune scegliere di adottare nella propria autonoma potestà. Ricordo infatti che i provvedimenti vengono assunti con ordinanze dei sindaci".

     

    La Provincia invita dunque la cittadinanza a consultare le informazioni contenute nei siti di ciascun Comune per avere il quadro dettagliato dei provvedimenti adottati (categorie di veicoli, esenzioni, zone).

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...