spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Su tutto il territorio: da oggi la chiusura per lavori (9-18) di via Olmi

    BAGNO A RIPOLI –  E’ partita questa settimana con i lavori di lunedì 4 novembre, e proseguirà nelle prossime settimane, una serie di nuovi interventi di restyling su strade comunali. In particolare sono stati e saranno eseguiti lavori di risanamento stradale e nuova pavimentazione, sulle seguenti strade comunali.

     

    A Grassina in via Poggio Secco le scorse settimane e lunedi 4 Novembre. Ad Antella e Ponte a Niccheri: via dell'Antella, tratto fra la rotatoria di Ponte a Niccheri e ospedale Santa Maria Annunziata.

     

    Nelle prossime settimane i lavori si sposteranno: a Grassina in tratti di via Pian di Grassina, a Villamagna via poggio a Luco e via case San Romolo.

     

    Il prossimo intervento importante si svolgerà a Bagno a Ripoli in via Olmi, che da venerdì 8 novembre, dalle 9 alle 18, nel tratto compreso tra viale Pian di Ripoli e via Roma, sarà chiusa al transito dei veicoli per lavori di asfaltatura. Sempre a Bagno a Ripoli da ricordare i lavori su via Plessis Robinson,  dove è in corso anche la sistemazione completa dei marciapiedi e sottoservizi.

     

    Oltre a questi  il pacchetto complessivo di lavori, da eseguire nel mese di novembre, comprende anche la riqualificazione e il risanamento del manto stradale su porzioni di ulteriori strade comunali come via di Quarto, via di Terzano, zone di Grassina, Antella in via Brigate partigiane, San Donato e Osteria Nuova.

     

    Al via anche il rifacimento di buona parte di segnaletica stradale con particolare attenzione alla frazione di Grassina, Antella e Ponte a Ema, la manutenzione di alcuni marciapiedi e percorsi pedonali e ciclabili oltre ad una serie di interventi tesi ad eliminare buche dossi ed avvallamenti stradali.

     

    Inoltre, con particolare attenzione al progetto "sicurezza stradale" sono in programma interventi in località Croce a Varliano, Capannuccia, Osteria Nuova, Grassina, Antella e via Roma tra Meoste e il capoluogo dove saranno  attivati investimenti specifici, segnaletica semafori e impianti di rallentamento della velocità a garanzia e protezione della viabilità pedonale dove, trattandosi nella maggioranza di casi di aree di attraversamento per il raggiungimento di edifici scolastici, a sicurezza dei più piccoli.

     

    Il restyling del manto stradale rientra nella serie di interventi facenti parte del pacchetto "manutenzioni straordinarie" delle strade comunali di Bagno a Ripoli approvato dalla Giunta municipale con lo stanziamento previsto dal bilancio comunale per complessivi 150 mila euro a cui si sommano 83.000 euro per gli investimenti in sicurezza stradale di cui 33.000 finanziati dalla regione Toscana.

     

    “L’attenzione al decoro e soprattutto alla sicurezza stradale e alla viabilità continua. Con questi lavori di risanamento stradale – ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici Francesco Casini – andiamo a migliorare importanti arterie per la circolazione che necessitavano di intervento".

     

    "Con queste opere – ha proseguito – concluderemo i lavori stradali per il 2013 iniziati nel periodo estivo, che per limitare gli inevitabili disagi per i cittadini furono eseguiti in “notturna”. In questi casi, visto anche la stagione in cui siamo, non possiamo invece intervenire in notturna ma saranno messe in atto tutte le misure possibili per lenire i disagi che in qualche caso potranno verificarsi".

     

    "Soprattutto – ha concluso Casini – vigileremo affinché i lavori siano eseguiti bene e in modo rapido e veloce. Una risposta importante alle tante necessità  del territorio puntando e dando priorità alla sicurezza stradale".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...