mercoledì 28 Ottobre 2020
Altre aree

    Riapertura mensa scolastica, da lunedì 28 settembre all’Istituto Mattei e martedì 29 al Caponnetto

    Dopo la chiusura forzata delle scuole a causa del lockdown Siaf, la società di refezione del Comune, riparte con nuovi modelli organizzativi: "In sicurezza e all’insegna della qualità" fanno sapere

    BAGNO A RIPOLI – “Dalla prossima settimana Siaf tornerà a preparare il pasto per 1600 studenti ripolesi, dalle scuole dell’infanzia alle secondarie di primo grado: lunedì 28 settembre all’Istituto Mattei, martedì 29 all’Istituto Caponnetto” fanno sapere dalla società di refezione del Comune “Nessuna monoporzione, nessun pasto preconfezionato”.

    “Una sfida, la ripartenza della mensa dopo la chiusura forzata delle scuole a causa del lockdown che Siaf si prepara ad affrontare con nuovi modelli organizzativi – fanno sapere – più personale all’opera e un menù ancora più a misura di bambino, per garantire un servizio in totale sicurezza per gli alunni, gli insegnanti e gli stessi operatori”.

    “Qualche cambiamento ci sarà – comunicano dalla società di refezione – tutti i bambini pranzeranno in classe al proprio banco, che verrà debitamente igienizzato prima e dopo il pasto. Sarà potenziata la presenza in classe delle sporzionatrici di Siaf, che potranno così servire i bambini direttamente al loro posto o con soluzioni personalizzate per ogni scuola e progettate insieme al Comune e alle direzioni didattiche”.

    “Il personale – spiega Maria Letizia Melandri, responsabile Produzione & Food Quality di Siaf – sarà dotato di mascherina, visiera protettiva e di tutti i dispositivi di sicurezza individuale necessari”.

    “Nei mesi scorsi ogni operatore è stato scrupolosamente formato sulle norme anti-contagio – continua la responsabile Siaf – e sui protocolli aziendali anti-Covid, che Siaf ha avuto modo di sperimentare già da marzo nella gestione dei servizi essenziali come quelli ospedalieri e, nell’ambito educativo, durante i centri estivi. Siamo pronti per ripartire, e come sempre e più di sempre, lo faremo in sicurezza e all’insegna della qualità”.

    “Tutti i piatti saranno espressi e il menù, rispetto al passato, conserva e rilancia l’impiego di prodotti di qualità, senza conservanti, materie prime locali, biologiche e di filiera corta, a partire dall’olio di Bagno a Ripoli fino alle verdure di stagione messe a disposizione dalle aziende agricole del territorio” fanno sapere da Siaf.

    “Alcuni piatti saranno tuttavia resi più semplici per rendere gli alunni, specie i più piccoli, maggiormente autonomi. Alla “ciccia” da tagliare, così, si prediligono quest’anno i bocconcini di carne o il polpettone, più facili da mangiare da soli ma altrettanto buoni, genuini e nutrienti – spiegano ancora – non mancheranno, come di consueto, diete speciali calibrate sul singolo alunno, legate a specifiche esigenze sanitarie o a scelte etiche e religiose”.

    Il menù (scaricabile al seguente link https://drive.google.com/drive/folders/1A-rnyGX1C_lHwFaSJFK7wqjor5Mqec91?usp=sharing), fanno sapere che è stato elaborato da un team composto dalle dietiste di Comune e Siaf, dalla nutrizionista e dai cuochi della società di refezione e approvato dal servizio dietetico della USL Toscana Centro, sarà reperibile online (www.siafcare.itwww.comune.bagno-a-ripoli.fi.it).

    Ed anche sulla pagina Facebook dell’amministrazione ripolese (www.facebook.com/comunebagnoaripoli) che, fanno sapere, proporrà quotidianamente i patti del giorno nelle scuole.

    “La mensa scolastica di Bagno a Ripoli si conferma 100% plastic free – fanno sapere da Siaf – con la completa eliminazione del materiale a perdere dalle tavole dei bambini che consente alle scuole ripolesi di risparmiare 21 tonnellate di plastica all’anno”.

    “Il Covid – dichiara il sindaco Francesco Casini – a Bagno a Ripoli non ferma la qualità della nostra mensa scolastica, già valutata da Slow Food come una delle migliori in Italia e non solo”.

    “Anzi, grazie ai nuovi investimenti da parte dell’amministrazione comunale e alla riorganizzazione di Siaf, nonostante l’emergenza sanitaria – aggiunge Casini – riusciamo a garantire a tutti i bambini e alla comunità scolastica un servizio d’eccellenza e in totale sicurezza”.

    “Se l’attenzione alle materie prime è da sempre il pallino della nostra mensa – continua il sindaco – a dispetto della difficoltà del momento, si rilanciano l’attenzione all’ambiente con l’addio alla plastica e la lotta agli sprechi alimentari, e si rafforza il concetto del pranzo a scuola come momento educativo fondamentale per i più piccoli”.

    “Voglio ringraziare Siaf, tutti i cuochi, gli operatori al lavoro e l’ufficio scuola del Comune – conclude Casini – che con un coordinamento costante con gli istituti del territorio, sono pronti a ripartire con un servizio che mette al centro i nostri bambini e la loro salute”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...