spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 3 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sabato 18 giugno ad Antella prima edizione di Transizioni Festival: musica elettronica ed arte

    Nel Vagone Creativo e in piazza Ubaldino Peruzzi: tutto il programma di un pomeriggio-sera tutto da vivere

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – Transizioni Festival 2022 è la prima edizione di un festival di musica elettronica e arte organizzato con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli e Vagone Creativo. Ad Antella.

    Le “transizioni” sono quei processi che, grazie allo scambio di energia con altri sistemi, servono ad alterare un approssimativo equilibrio per raggiungere una condizione nuova e rigenerata; da questo concetto nasce il nome del Festival che ne riassume tutti i presupposti. 

    Transizioni Festival si preannuncia infatti come un evento che segna un passaggio, che guida verso una condizione nuova e diversa lo scenario del panorama culturale, musicale e artistico del territorio.

    La direzione artistica del Festival, infatti, totalmente affidata a professionisti del territorio under 35, segna un cambio di rotta nell’ambito delle attività culturale del comune e vuole promuovere e diffondere un nuovo tipo di intrattenimento artistico, coinvolgendo un pubblico in primis locale ma andando finalmente anche oltre il confine stretto delle attività di respiro locale.

    La prima edizione di Transizioni Festival, in programma il 18 giugno, propone un evento con musica, live set, dj set, live painting ed esposizioni d’arte presso gli spazzi di Carrozza 10 – Il Vagone della Vedova Begbick, nel giardino del teatro comunale di Antella e a seguire in piazza Ubaldino Peruzzi.

    Ospiti d’onore di questa prima edizione del Festival sono gli LF58, il progetto live electronic fondato da Giuseppe Tillieci aka Neel, e l’artista multidisciplinare Filippo Scorcucchi.

    Affascinati dalle possibilità offerte dalla musica sperimentale e ambient, dal 2015 hanno portano avanti la loro ricerca musicale verso territori sonori sempre più sconfinati e mistici.

    Tra i loro spettacoli recenti Café OTO, Draaimolen e il Freerotation festival, gli LF58 hanno anche pubblicato il loro album di debutto su Astral Industries il 6 aprile 2020.

    Un album che si presenta come una cattedrale del suono, in cui ogni brano è come un’esplorazione dello spazio e della coscienza ed è una vera e propria esperienza per l’ascoltatore.

    Nella prima parte del Festival, quella pomeridiana, l’esibizione degli LF58 sarà preceduta da quella di Nekyia, nome d’arte del produttore fiorentino Marco Squillace che propone un sound introspettivo tra techno sperimentale, post-drum&bass e dark ambient.

    Dopo l’esordio ipnotico del 2018 sull’iconica UVB-76 Music di Bristol, l’EP tra dancefloor e atmosfera abissale per re:st e la collaborazione con FossaDelRumore a tinte post-industrial/noise uscita su Voidance Berlin, la sua ricerca sonora negli anni si è spinta verso territori musicali progressivamente più destrutturati come l’oscuro LP elettroacustico annunciato di recente per Biodiversità Records.

    Dalle ore 20 l’evento si sposta nella limitrofa piazza Ubaldino Peruzzi dove ci sarà un dj set che accompagnerà fino a mezzanotte con le esibizioni di altri tre artisti, tra cui Samuele Pagliai, dj attivo nel panorama musicale fiorentino dal 2009 e dal 2014 resident del party Lattexplus dove affianca regolarmente artisti del calibro di Joe Claussell, Moodymann, Tama Sumo, Amp Fiddler e Theo Parrish.

    Sotto l’influenza del sound proveniente da città come Detroit, Chicago e Londra, matura negli anni uno stile sui giradischi che non passa inosservato in Italia e all’estero. È stato invitato a suonare in vari locali di prestigio della penisola come Dude Club, Bunker, Link, Magick Bar e Vicious e conta varie apparizioni in Serbia (Love Fest e Klub 20/44) e Slovenia (Cosmic Sex).

    Ha partecipato inoltre come ospite a vari programmi radiofonici internazionali tra cui Hessle Audio, curato da Ben UFO su Rinse FM, lo show State Of Rhythm di Motor City Drum Ensemble su Worldwide FM e quello di Elena Colombi su NTS Radio.

    Nel 2017 ha fondato Angis Music, etichetta discografica e spazio per la condivisione di cultura e musica e dal 2021 cura uno show mensile su Universal Rhythms Radio, stazione radiofonica di Londra, dove propone agli ascoltatori un’ampia selezione di suoni appartenenti alla sua collezione privata, talvolta anche con il supporto di ospiti internazionali.

    Seguirà il dj set di Lorenzo Fortino, dj, produttore, proprietario dell’etichetta Futop Musica e fondatore del primo negozio di dischi “Isoma” a Firenze Sud.

    Un’attitudine pura nel dj set che si muove senza compromessi tra sonorità elettroniche, forte di uno stile e di una personalità influenzati da pezzi techno, house, ambient e sperimentali.

    Nelle sue produzioni non ci sono limiti, l’obiettivo è fermare un preciso momento nel tempo e far sì che l’ascoltatore non si accontenti mai pretendendo sempre qualcosa in più. Oltre alla propria etichetta ha rilasciato musica su Biodiversità Records, Modern Obscure Music, Miniera, Sublunar Records e a breve per Altrimenti Records.

    A chiudere la serata sarà l’esibizione di Sciahri produttore e dj fiorentino attivo sulla scena musicale da oltre otto anni, proprietario dell’etichetta discografica Sublunar Records; fin dal suo EP di debutto Mysterious Love’ nel 2014, su Ilian Tape, la sua produzione è orientata verso la sperimentazione, creando un DJ set multi-sfaccettato e unico; ha lavorato con alcune delle etichette discografiche più influenti nel settore come Opal Tapes, Manhigh, Semantica, Mord, oltre ad aver rilasciato un album e numerosi Ep sulla sua Sublunar Records, con cui ha contribuito a plasmare il suono della Techno contemporanea.

    Rilevanti anche le sue collaborazioni con artisti del calibro di Desroi (Avian/Semantica) e Emanuele Porcianai (Contort/Subtext). 

    Ha suonato in alcuni dei più influenti club ed eventi in Europa come il Tresor Berlino / Herrensauna, Dude Club Milan, River Port Kiev e molti altri.

    Contemporaneamente ai concerti degli LF58 e Nekyia si svolgeranno dei live painting e delle esposizioni d’arte.

    Si esibiranno dipingendo dal vivo alcuni artisti della scena urban fiorentina tra cui Brucio, ligure trapiantato a Firenze, che scrive disegna e produce fumetti, tele, tavole. Con l’associazione Axmo e le etichette Mescaleroscrew & Lo-Ficomics ha organizzato diversi festival artistici e musicali in provincia di La Spezia; ora, a Firenze collabora da diversi anni con l’associazione ThreeFaces.

    Accanto a lui dipingeranno dal vivo i The Typers, un collettivo artistico nato nel 2018 dall’incontro di tre giovani fiorentini (due classe ’99, e un 2000) appena diplomatisi nello stesso liceo e desiderosi di approfondire la passione per la street-art.

    Oltre ad alcune commissioni da parte di enti pubblici e privati, negli anni hanno compiuto diversi interventi autonomi sul territorio con particolare interesse per la ricerca della versatilità degli stili e delle tecniche artistiche, sperimentando soprattutto con spray ma anche con vernici e pennello.    

    Assieme alle esibizioni artistiche live ci sarà un’esposizione dei famosi fotomontaggi di Edoardo Celli, in arte Sbracegram, un artista fiorentino che ha iniziato il suo percorso attraverso l’arte quasi per gioco e conta ad oggi oltre 12 mila follower su Instagram.

    Gironzolando per le strade di Firenze, fotografava scorci e monumenti che poi editava con Photoshop, dapprima inserendo semplici siluette – come King Kong sulla cupola del Duomo, o il mostro di Loch Ness che spunta nell’Arno – poi giocando con opere d’arte conosciute. Piazze, monumenti e strade cittadine sono ora arricchite da quadri famosi, in “una sorta di Arte 2.0”, che riesca ad avvicinare i più alla bellezza e a Firenze.

    Accanto alle opere di Sbracegram ci sarà inoltre un’esposizione delle più iconiche copertine di FUL Magazine, media partner dell’evento, rivista cartacea e online che racconta persone, cultura, moda, arte, cibo, musica, eventi, luoghi, design, street art e molto altro del territorio fiorentino e dintorni.

    Il programma completo della prima edizione di Transizioni Festival.

    • Pomeriggio (dalle ore 17 alle 20): live set musicale, live painting ed esposizioni d’arte negli spazi di Carrozza 10. Suoneranno LF58 e Nekyia e contemporaneamente dipingeranno dal vivo Brucio e il collettivo The Typers, ci sarà un’esposizione di opere dell’artista Sbracegram e una mostra delle più iconiche copertine della rivista, partner dell’evento, FUL Magazine.

    • Sera (dalle ore 20 alle ore 24): nello scenario della Piazza Ubaldino Peruzzi si esibiranno in dj set Samuele Pagliai, Lorenzo Fortino e Sciahri, il tutto accompagnato dal vino e i cocktails di Bangerang Vino.

    L’evento è gratuito.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...