spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 18 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Grassina, scomparsa Umberto Sardelli, il cordoglio del sindaco Francesco Casini

    A 84 anni l'addio: "Un caro amico, persona perbene e un grande imprenditore"

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – “Oggi è un giorno triste per Grassina e per tutta la comunità di Bagno a Ripoli. Ci lascia a 84 anni Umberto Sardelli, un caro amico, persona perbene e un grande imprenditore”.

     

    Così il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini esprime a nome dell'amministrazione comunale il proprio cordoglio per la scomparsa di Umberto Sardelli, patron insieme ai fratelli dell'Oleificio Sardelli che ha sede a Grassina e vicepresidente nazionale di Federolio (in foto sopra premiato proprio dal sindaco in occasione dei 60 anni dell'oleificio).

     

    “Nato da una famiglia contadina – aggiunge il sindaco – di umili origini come ce ne erano tante all'epoca sul nostro territorio, con duro lavoro, caparbietà, intuizione e intelligenza brillante era riuscito insieme ai fratelli a trasformare una azienda familiare in un'impresa leader nel settore dell'olio a livello internazionale. Tutto questo senza mai dimenticare chi fosse e da dove venisse”.

     

    Il suo impegno per la comunità è sempre stato radicato e forte, attivo nel Cat, co-fondatore della Fratellanza popolare, prima giocatore e poi orgoglioso presidente del Grassina calcio. Sostenitore attivo di gruppi sportivi, dal ciclismo professionistico “Mobilvetta-Sardelli” e dilettantistico locale con “L’Aquila Ponte a Ema”, al motociclismo (era sponsor, tra gli altri, del team di Valentino Rossi) e al podismo e molti altri.

     

    “È sempre stato una presenza costante, un punto di riferimento per tutti noi e anche per me – prosegue Casini – Nel 2014, quando mi candidai a sindaco, fu tra i primi a supportarmi, dicendomi che mi sarei pentito se non ci avessi provato, di andare avanti senza paura. Ieri sono andato a trovarlo all'ospedale per l'ultima volta".

     

    "Ma io voglio ricordarlo nel suo ufficio – rammenta – nella sua azienda alla "curva di' Sardelli", un luogo pieno di ricordi e cimeli. Seduto sorridente alla sua scrivania, vicino al tavolino che mostrava a tutti con orgoglio, donato dal presidente Pertini per ringraziarlo di aver fornito l'olio alla Nazionale dell'82 vincitrice del Mondiale o mostrando la foto con Valentino Rossi".

     

    "Caro Umberto – conclude – ti vogliamo bene. Ci mancherai tanto, ci mancheranno i tuoi consigli, ci mancherà la tua allegra simpatia”. 

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...