spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 2 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Settimana della Gentilezza, inaugurate tre nuove panchine viola a Bagno a Ripoli

    Presso i giardini della Resistenza di Antella, il giardino di via Dante Alighieri a Grassina e il giardino "Nano Campeggi" ai Ponti a Bagno a Ripoli

    BAGNO A RIPOLI – Inaugurate ieri mattina, mercoledì 23 giugno, tre nuove panchine viola, il colore… della gentilezza.

    È una delle iniziative organizzate dall’assessorato comunale per la Gentilezza e la commissione Comunale per la Pace e i Diritti in occasione della Settimana della Gentilezza, la campagna nazionale per la promozione del rispetto, dell’educazione civica e delle buone prassi di solidarietà, contro ogni forma di odio o discriminazione.

    Le nuove panchine viola hanno trovato casa presso i giardini della Resistenza di Antella, il giardino di via Dante Alighieri a Grassina e il giardino “Nano Campeggi” ai Ponti a Bagno a Ripoli.

    Le panchine saranno accompagnate dalle scritte “Bagno a Ripoli Comune Gentile” e “Mi siedo e ti ascolto, non siete soli'”.

    Sempre nell’ambito della Settimana della Gentilezza, la Commissione Pace e Diritti proporrà un atto in Consiglio per dichiarare che Bagno a Ripoli è Comune Gentile.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...