spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Si è spenta una delle luci di Grassina: è scomparsa Marzia Fabiani. Era un punto di riferimento per il paese

    Umanità, condivisione, inclusione, altruismo, solidarietà, gentilezza, lei era tutto questo ed erano il motore che la spingeva a tendere una mano ovunque potesse

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – Manca già a tutti. E questo triste silenzio che avvolge Grassina è rotto solo dalle tante parole che molti compaesani (e non solo) lasciano per lei: di persona o attraverso i social.

    L’incredulità e il dolore per la sua scomparsa opprimono una intera comunità. Per la quale Marzia Fabiani si è spesa, per una vita intera, con capacità e entusiasmo. Diventando un punto di riferimento.

    Umanità, condivisione, inclusione, altruismo, solidarietà, gentilezza, lei era tutto questo ed erano il motore che la spingeva a tendere una mano ovunque potesse.

    E’ stata capace di seminare solidarietà e dimostrare vicinanza al prossimo con naturalezza.

    Il suo sorriso era un messaggio di pace. Proprio come le bandiere della pace che, insieme alle Tipe (Tutte insieme per Esistere), aveva contribuito a confezionare come simbolo da esporre alle abitazioni del paese dopo lo scoppio della guerra in Ucraina.

    E poi tante energie spese a favore dell’associazione Orizzonti, seguendo il progetto del “Dopo di Noi”, nella Caritas e nel Centro di Ascolto Parrocchiale. Una solida colonna di Casa famiglia Insuperabili.

    Ma non si fermava qui: dava appoggio concreto a tante iniziative promosse dalle varie associazioni onlus del territorio

    Come “Un petalo per Margherita”, “Gli amici del Cipo”, “Progetto Andrea Onlus” per citarne solo alcune.

    Tante le testimonianze del dolore che ha provocato la sua scomparsa.

    “Il consiglio tutto colpito dalla triste notizia – hanno scritto dal consiglio del circolo Acli di Grassina – si stringe intorno al nostro Paolo e ai suoi figli Chiara e Davide, per la perdita della carissima e indimenticabile Marzia, colonna del nostro circolo, per tutto quello che ha operato in tutta la nostra comunità di Grassina e non solo”.

    “Sapendo bene il grande amore che vi univa – concludono dall’Acli grassinese – preghiamo Dio affinché possa aiutarvi a superare questo dolore”.

    Il suo modo garbato di porsi raccontava la persona buona che era.

    “Il consiglio della casa del popolo di Grassina – questo il messaggio dell’altro grande circolo grassinese – esprime le più sincere condoglianze, per la perdita di Marzia Fabiani”.

    “Una persona dal cuore grande – dicono ancora dalla cdp di Grassina – che ha fatto molto per la nostra comunità portando avanti valori nobili come la beneficenza e la solidarietà. Ci stringiamo intorno alla famiglia. A Grassina si è spenta una luce. Ciao Marzia”.

    Anche il CAT (Centro Attività Turistiche) l’ha ricordata con parole piene di commozione: “Una notizia che sconvolge tutte le anime della comunità. Il tuo sorriso, il tuo altruismo, la tua dolcezza sono caratteristiche che ti hanno fatto apprezzare ed amare da tutti”.

    “Vogliamo ricordarti sorridente – concludono – e impegnata in una delle tue tante attività per il bene della collettività. Tutta l’Associazione CAT ODV di Grassina si stringe attorno alla tua famiglia, consapevole che quanto hai costruito non sarà disperso né dimenticato”.

    E’ stato fatto sapere che per desiderio della famiglia saranno gradite donazioni all’associazione Orizzonti ODV (Iban IT89H0306909606100000138729) al posto dei fiori.

    I funerali verranno celebrati venerdì 30 dicembre alle ore 15 presso la chiesa di San Michele Arcangelo, a Grassina.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...