spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Sotto le Stelle Ruffino”, è ancora super agosto alla Tenuta Poggio Casciano

    Si mangia e si beve nel fresco dello splendido parco. Venerdì 19 agosto, Ghiaccioli e Branzini DJ; sabato 20 piano bar con Paolo Agatensi

    POGGIO CASCIANO (BAGNO A RIPOLI) – E’ ancora super agosto alla Tenuta Poggio Casciano.

    Nella rassegna estiva “Sotto le Stelle Ruffino” infatti, proseguono gli eventi anche per tutto il mese di agosto. Il fresco del parco alberato e la musica.. ogni sera un’esperienza diversa il cui comun denominatore è sempre il buon vino e il buon cibo!

    Aperitivo o cena con menu alla carta della Bottega del Vino che trovi sempre aggiornato sul sito di sottolestelle.ruffino.it.

    Venerdì 19 agosto, Ghiaccioli e Branzini DJ. Dietro questo nome curioso si cela il DJ/producer Marco Dalmasso, piemontese attualmente di stanza a Firenze.

    La sperimentazione, la commistione tra generi e le collaborazioni con tantissimi musicisti fanno di Ghiaccioli e Branzini una figura unica nel panorama italiano.

    Nel 2010 con il producer Tulioxi, DJ Grissino, Alberto Becucci e altri musicisti forma la combo Global Kan Kan con cui oltre a partecipare a numerosi Festival in Italia e in Europa realizza diverse uscite discografiche: Clatter records, Multivitamins (Uk), Materiali Sonori.

    Ha collaborato e collabora con Camillocromo Beat Band, Fanfara Station, Hugolini e Carnazza.

    Negli ultimi anni ha prodotto diverse colonne sonore per spot televisivi, fashion show e campagne pubblicitarie collaborando con brand internazionali quali: Noris, Gucci, Levi’s, Guess, Sebago, Saks Fifth Avenue e molti altri.

    Il set è ispirato alle vecchie balere romagnole riviste in salsa elettronica. Che si tratti di un valzer elettronico o di una mazurka disco da club fumoso, poco importa, qui i generi non contano più nulla poiché l’approccio è quello di un viaggio trasversale fatto di passione e imprevedibili punti di contatto.

    Nel 2018 ha vinto il premio Folkint (MEI) come miglior rielaborazione Folk-elettronica. È da alcuni anni l’anima elettronica ed il producer di Fanfara Station, un trio che lo vede accanto al tunisino Marzouk Mejri e all’americano Charles Ferris, con cui, nel 2019 ha vinto il Premio Internazionale Andrea Parodi.

    Nel 2020 sono stati selezionati come official Showcase per il Womex (World Music Expo) e nel 2021 si esibiranno per il GT21 (Global Toronto). È uno dei pochi DJ italiani ad essersi esibito ad uno dei maggiori Festival musicali europei: lo Sziget Festival di Budapest.

    Domenica 21 agosto, per chiudere la settimana di eventi, Piano Bar con Paolo Agatensi.

    Paolo Agatensi nasce a Firenze nel 1979. Fin da piccolo la musica è la sua passione e dal 2000 diventa la sua unica professione.

    Dopo aver girato per qualche anno con il suo Pianobar per le più belle località turistiche di mare e di montagna, in Italia e all’estero, nel 2008 torna stabilmente in Toscana. Qui inizia a studiare e collaborare con il mitico Laboratorio Musicale di Walter Savelli, insieme al maestro Maurizio Tomberli, che lo guida nello studio e nella pratica del pianoforte moderno.

    Da qui inizia a lavorare nei migliori pianobar dei principali hotel di Firenze come il Grand Hotel St. Regis, Villa la Massa e il Westin Excelsior e locali come Paszkowski e Gilò. Nel 2012 nasce l’attività di AGA Eventi in Musica, che fino ad oggi lo vede protagonista in stupende location per eventi e matrimoni.

    In questi anni riesce anche a realizzare due dischi da cantautore con alcuni inediti, che girano frequentemente nelle radio toscane.

    I contatti per chiedere informazioni e prenotarsi sono hospitality@ruffino.it e 3783050220.

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...