spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    I giovani di Ponte a Ema già attivi: commissioni a domicilio in paese

    "Abbiamo pensato che sarà una cosa utile, soprattutto per le tante persone sole che ci sono anche qua"

    PONTE A EMA (BAGNO A RIPOLI) – L’idea è nata subito dopo aver ascoltato nella serata di lunedì 9 marzo il presidente del consiglio Giuseppe Conte che annunciava ulteriori misure restrittive estese a tutto il territorio nazionale. Unico messaggio, stare a casa.

    Eleonora e Francesco, poco più che ventenni ed entrambi di Ponte a Ema, hanno pensato di potersi rendere utili nei confronti dei compaesani più anziani organizzando un gruppo di coetanei che sarebbero usciti al posto loro per compiere le piccole commissioni quotidiane.

    “L’idea sappiamo che era già stata sviluppata al nord Italia – ci spiega Eleonora – E noi abbiamo pensato che sarebbe stata molto utile anche qui nella nostra zona dove ci sono tante persone di una certa età e sole”.

    “Abbiamo così contattato con messaggi telefonici tutti gli altri ragazzi del Gruppo giovani di Ponte a Ema – prosegue – composto da ragazzi delle scuole superiori, universitari e qualche adulto con i quali organizziamo i centri estivi al circolo parrocchiale, chiedendo chi sarebbe stato disponibile ad andare al supermercato o in farmacia e consegnare poi a domicilio. Tantissimi hanno aderito all’idea”.

    “Naturalmente – precisa – tutto sarà coordinato ed organizzato telefonicamente ed i contatti saranno ridotti al minimo.

    Per far arrivare l’informazione alle persone è stato fatto un volantino con i loro due numeri di telefono che serviranno per mettersi d’accordo sulle necessità, verrà distribuito nella zona ma confidano anche nel passaparola.

    “Abbiamo grande fiducia – concludono – pensiamo che potrà funzionare. Saremo operativi da subito: anche la Protezione Civile, suggerendoci la massima cautela, ci ha dato l’ok”.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...