spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tamponi, nuovo punto “drive through” alla Croce d’Oro di Ponte a Ema: apre sabato 5 febbraio

    Sarà attivo il sabato e la domenica (8-12 e 14-18). Ci si potrà recare solo con la prenotazione dal portale regionale, attivabile con ricetta del medico o del pediatra

    PONTE A EMA (BAGNO A RIPOLI) – Nasce un nuovo punto tamponi “drive through” (dall’auto) sul territorio ripolese, presso la P.A. Croce d’Oro di Ponte a Ema: il via sabato 5 febbraio.

    Sarà attivo ogni sabato e ogni domenica, dalle ore 8 alle ore 12 e dalle ore 14 alle ore 18.

    “Sarà operativo per eseguire tamponi rapidi richiesti dal medico di famiglia che dovranno essere prenotati con prescrizione attraverso il portale della regione” ci spiega Neri Ravenni, della Croce d’Oro Ponte a Ema.

    “Un servizio al quale il presidente Niccolò Melchionne ha lavorato, ottenendolo da Regione Toscana grazie ad ANPAS e alla Fondazione PAS (Pubbliche Assistenze), che hanno mediato per le necessarie convenzioni e autorizzazioni” continua ancora Ravenni.

    “Siamo molto soddisfatti – tiene a dire – perché rivolto a tutte le fasce d’età, quindi anche ai bambini”.

    “Importante oltretutto – prosegue – perché va ad inserirsi in quei giorni del fine settimana difficilmente coperti da altri laboratori o strutture”.

    L’accesso al “drive through” sarà direttamente davanti alla sede dell’associazione, su via Luigi Longo, dov’è stata allestita una struttura.

    Sotto la quale i sanitari accoglieranno gli utenti che dovranno portare un documento d’identità, la prenotazione e la propria tessera sanitaria.

    Appena eseguito il tampone potranno tornare a casa e l’esito sarà loro comunicato dalla Asl attraverso un messaggio su cellulare.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...