mercoledì 14 Aprile 2021
Altre aree

    Terra (martedì) e mare (venerdì): una settimana pazzesca con l’asporto del Crc dell’Antella

    Domani lasagne al ragù, trippa alla fiorentina, peposo all'imprunetina; venerdì lasagne di mare, baccalà alla livornese con patate, baccalà fritto, gran fritto di mare...

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – Una settimana all’insegna… delle lasagne quella del pranzo ad asporto al Crc di Antella (il martedì e il venerdì).

    Una iniziativa che ha riscosso grande partecipazione, unita a quella della pizza del sabato e della domenica a cena.

    Partiamo dal pranzo di domani, martedì 2 marzo. Con un super menù di terra.

    • Lasagne al ragù
    • Trippa alla fiorentina
    • Peposo all’imprunetina
    • Patate alla contadina

    E andiamo poi al pranzo di venerdì 5 marzo, con menù di mare.

    • Lasagne di mare
    • Baccalà alla livornese con patate
    • Baccalà fritto
    • Gran fritto di mare
    • Patate fritte

    Si tratta, come detto, di un menu ad asporto. Per il quale si raccomanda la prenotazione telefonando allo 055621207 o al 3474440397 (dalle 9 alle 20).

    Il ritiro dovrà avvenire fra le 11.45 e le 13.45 (servizio riservato a soci Arci e Uisp in regola tesseramento).

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...