spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tpl: dal Comune di Bagno a Ripoli incentivo di 50 euro per chi ha l’abbonamento annuale

    Ne potranno usufruire studenti e pendolari, vale per i mezzi urbani ed extra-urbani, su ferro e su gomma. Richieste fino al 31 dicembre

    BAGNO A RIPOLI – Incentivo “green” per il trasporto pubblico a Bagno a Ripoli.

    Il Comune erogherà infatti un bonus di 50 euro a tutti i cittadini residenti che sono in possesso di un abbonamento annuale ai mezzi pubblici, sia urbani che extra-urbani, sia su gomma che su ferro.

    Possono usufruirne i pendolari titolari di un abbonamento ordinario così come gli studenti titolari di un abbonamento (in questo caso basterà di 10 mesi). 

    Il sindaco, Francesco Casini, spiega che “il bonus comunale ha l’obiettivo di promuovere il trasporto pubblico a scapito dell’utilizzo del mezzo privato”.

    “Incentivando la mobilità pubblica sostenibile – rimarca – si abbatte il traffico, con conseguenti benefici per la qualità dell’aria, la salute dell’ambiente e dei cittadini”.

    Non è la prima volta che il Comune di Bagno a Ripoli eroga tali incentivi. Si tratta di uno strumento già adottato prima dell’emergenza Covid, sperimentato con successo e richiesto da centinaia di cittadini.

    Il bonus comunale, inoltre, è cumulabile con quello previsto dal Governo e con altri incentivi. 

    Per ottenere l’incentivo è necessario presentare richiesta entro il 31 dicembre presso l’Ufficio relazioni con il pubblico negli orari di apertura (piazza della Vittoria 1) o inviando una Pec all’indirizzo comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it.

    La modulistica da compilare è sulla homepage del Comune: www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it. I contributi saranno erogati direttamente dagli uffici comunali.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...