spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 20 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tenta la truffa-specchietto, non riesce: accoltella un 60enne e si dà alla fuga

    E' accaduto ieri a un agricoltore che stava rincasando lungo via di Rosano: per lui dieci giorni di prognosi

    BAGNO A RIPOLI – Incredibile quanto accaduto nella serata di ieri, martedì 16 aprile nel comune di Bagno a Ripoli.

     

    Un 60enne, agricoltore della zona, mentre stava rincasando a bordo della propria autovettura in via di Rosano, è stato avvicinato da una seconda automobile.

     

    Che, dopo un breve tratto, indicava all’uomo di fermarsi a lato della carreggiata, come effettivamente si verificava.

     

    Nella circostanza, l’autista del secondo veicolo, dopo essersi avvicinato al finestrino della vittima, ha richiesto 50 euro a risarcimento di un presunto danno procurato al suo specchietto. Un classico insomma.

     

    Al rifiuto, il truffatore ha estratto un coltellino e ha colpito l’agricoltore ad un braccio ed una coscia, dandosi a precipitosa fuga.

     

    Il ferito, che è andato a farsi medicare presso l’ospedale Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri, è stato dimesso con 10 giorni di prognosi per le ferite riportate. Sul caso indagano i carabinieri del Nucleo Operativo Oltrarno insieme ai colleghi di Bagno a Ripoli.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...