spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 5 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Uffici comunali di Bagno a Ripoli, ecco gli orari estivi (in vigore da lunedì 19 luglio)

    L'orario resterà valido fino a sabato 28 agosto compreso. Vi diamo tutti i dettagliù per ciascun ufficio e settore

    BAGNO A RIPOLI – Il Comune di Bagno a Ripoli informa che a partire da lunedì 19 luglio entrerà in vigore l’orario estivo degli uffici comunali e della Biblioteca comunale, che resterà valido fino a sabato 28 agosto compreso.

    Di seguito il dettaglio per ciascun ufficio e settore.

    Ufficio Relazioni con il Pubblico: aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 13 (sabato chiuso);

    Servizi Demografici: dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 13 (sabato chiuso – aperto solo per servizio di ricezione denunce di morte dalle ore 8.30 alle 10.30);

    Sviluppo Economico: Lunedì e giovedì dalle ore 8 alle ore 13;

    Urbanistica ed edilizia – Condono – Suap: Lunedì dalle ore 11 alle ore 13, giovedì dalle 9 alle 13;

    Tributi – Assistenza – Scuola – Sport: Lunedì, martedì, giovedì dalle ore 8 alle ore 13;

    Ambiente: lunedì dalle ore 8.30 alle ore 13, giovedì mattina su appuntamento;

    Polizia Municipale: martedì, giovedì e sabato dalle ore 10 alle ore 12;

    Segretariato Sociale: lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 9 alle ore 12;

    Segreteria Generale: dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13;

    Biblioteca comunale: dal 26 luglio al 28 agosto 2021 aperta da lunedì a sabato dalle ore 8.30 alle ore 13.30. 

    Gli uffici non indicati non subiscono variazioni.

    L’accesso del pubblico agli uffici, anche nell’orario estivo, avverrà nel rispetto delle regole anti-contagio già in vigore.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...