spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Venerdì la Rievocazione Storica di Grassina, ecco come cambia la viabilità in paese

    Il concorso delle vetrine, organizzato dal CCN "Grassina e le sue botteghe", dedicato alla pace: tre i temi da sviluppare

    GRASSINA (BAGNO A RIPOLI) – Torna in presenza la Rievocazione Storica della Passione di Cristo, in programma come da tradizione la sera del Venerdì santo a Grassina.

    La manifestazione, organizzata da Cat onlus con il supporto del Comune, si svolgerà in piazza Umberto I e nelle vie del paese, che sarà attraversato dal suggestivo corteo dei figuranti. 

    Per l’occasione saranno in vigore le seguenti modifiche alla viabilità.

    SR 222 – Via Chiantigiana: sarà chiusa al transito dei veicoli, dalla località Ponte a Niccheri fino all’intersezione con SP56 Via di Tizzano, dalle ore 19 fino al termine della manifestazione prevista per le ore 24 circa. 

    Di conseguenza anche le seguenti vie saranno chiuse al transito dei veicoli : 

    – Via Ponte del Lepri

    – Via Costa al Rosso (da Via Pian di Grassina fino a Piazza Umberto I°)

    – Via Tegolaia

    – Via Pian di Grassina (da Via Costa al Rosso fino a Via Tegolaia)

    – Via San Michele a Tegolaia (da Via Chiantigiana fino a Via 4° Agosto).

    Dalle 19 alle 24, ai mezzi A.T. sarà consentito raggiungere Grassina fino all’intersezione con Via Borgo Sani, dove sarà collocato il capolinea provvisorio, per poi tornare verso Firenze transitando per via Borgo Bartolini. 

    La manifestazione, tra scene e corteo

    L’apertura è prevista per le ore 21 con la proiezione di immagini di repertorio che racconteranno la storia della Rievocazione di Grassina attraverso una voce narrante. 

    Seguirà la rappresentazione dal vivo di una serie di scene, compresa quella dell’ultima cena, che porteranno all’incoronazione di Gesù con la corona di spine e alla consegna della croce.

    Infine, il corteo in costume sfilerà per le strade di Grassina, accompagnando Gesù verso la sua Crocefissione. Scena, quest’ultima, che verrà proiettata sulle pareti della piazza.

    Per informazioni: catonlusgrassina@gmail.com – Biglietto all’ingresso del paese (8 diversi punti di accesso), 5 euro.

    Il concorso delle vetrine e i bambini della scuola “Marconi”

    Insieme alla Rievocazione Storica torna il tradizionale appuntamento con il concorso delle vetrine dei commercianti di Grassina, organizzato dal Ccn “Grassina e le sue botteghe”.

    La Pace è il filo conduttore dei tre temi individuati quest’anno, tratti da altrettante illustri citazioni, a cui gli esercenti dovranno ispirarsi per i loro allestimenti:

    “Potranno recidere tutti i fiori ma non potranno fermare la primavera” (Pablo Neruda)

    “È sempre possibile ricominciare anche dalle macerie” (Papa Francesco)

    “Cittadini del mondo cercano la terra senza confini” (Franco Battiato)

    Due le giurie, tra cui una popolare, incaricate di individuare la vetrina più bella e attinente al tema scelto tra le 28 partecipanti alla gara. La vincitrice sarà premiata con un dono simbolico dall’amministrazione.

    Il pomeriggio di venerdì, a partire dalle 16.30, i bambini della scuola “Marconi” rappresenteranno l’ultimo tema.

    Una delegazione delle cinque classi della primaria, insieme ai rappresentanti del Centro commerciale naturale e dell’amministrazione, si riunirà intorno alla panchina in piazza Umberto I: piccoli “cittadini del mondo” che, uniti, chiedono la Pace.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...