spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 13 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sabato 23 e domenica 24 febbraio vernacolo e spettacolo per ragazzi alla sala Ruah

    Sabato la Compagnia "Errante Fiesolana"; domenica spettacolo "Mamma coniglia e le ciabattine magiche"

    BAGNO A RIPOLI – Sabato sera all'insegna del vernacolo, domenica pomeriggio spettacolo e festa di Carnevale dedicati ai bambini e alle famiglie.

     

    La programmazione teatrale ospitata alla sala Ruah, la sala parrocchiale della chiesa della Pentecoste di Bagno a Ripoli (via delle Arti), si arricchisce di due nuovi appuntamenti.

     

    Sabato 23 febbraio alle 21, la Compagnia “Errante Fiesolana” porterà in scena per la rassegna del vernacolo, lo spettacolo “La Bon'Anima” scritto da Ugo Palmieri.

     

    L'indomani, domenica 24 febbraio alle 17.45, spazio ad un pubblico di giovanissimi per lo spettacolo “Mamma coniglia e le ciabattine magiche” scritto da Lucia Macchiarini, diretto da Gianluca Truppa e accompagnato da una coloratissima festa di Carnevale.

     

    Spettacoli senza scopi di lucro, i proventi andranno a sostenere le iniziative della parrocchia. La programmazione teatrale della sala Ruah è patrocinata dal Comune di Bagno a Ripoli.

     

    Per info e prenotazioni: eventibagnoaripoli@gmail.com – 3312144464.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...