spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 21 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A Barberino Tavarnelle il presidente del consiglio comunale Alberto Marini eletto (per la prima volta) all’unanimità

    "Auspico che con ciascuno dei membri del consiglio comunale, riflesso politico del nostro territorio, si possa produrre un lavoro ricco di contributi propositivi e collaborativi"

    BARBERINO TAVARNELE – E’ stato unanime il voto espresso per l’elezione del nuovo presidente del consiglio comunale di Barberino Tavarnelle.

    Il nome, la passione politica e l’esperienza pluriennale di Alberto Marini hanno messo tutti d’accordo, consiglieri e consigliere di maggioranza e opposizione, nel decretare la figura che guiderà i lavori del consiglio comunale, da poco costituito.

    E’ avvenuto qualche sera fa nella seduta di insediamento del “parlamentino” di Barberino Tavarnelle in cui il sindaco David Baroncelli, dopo il giuramento, ha presentato le assessore e gli assessori della nuova giunta che lo affiancheranno per i prossimi cinque anni e le deleghe a loro assegnate.

    Per la prima volta nella storia politico-istituzionale del territorio (sia del comune unico sia dei comuni “singoli” di Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle) il presidente del consiglio comunale è stato eletto con voto unanime.

    Il sindaco di Barberino Tavarnelle David Baroncelli ha presentato la nuova giunta comunale

    “Sono onorato di aver assunto tale incarico – commenta Marini – L’emozione è doppia in questo caso per l’approvazione unitaria che non si era mai verificata fino a questo momento nella vita istituzionale del nostro territorio per il quale ringrazio davvero tutte e tutti i consiglieri comunali”.

    “La legislatura riparte – aggiunge il neo presidente del consiglio comun ale – e con essa una nuova stagione della vita civica, tra i banchi della sala consiliare di Barberino Val d’Elsa prenderà forma un importantissimo dibattito politico ed amministrativo sulle tematiche che si rivelano fondamentali per la crescita economica e sociale della nostra comunità. E’ qui che passano al varo gli atti più importanti ed è anche lo spazio in cui il confronto stimola e favorisce la nascita delle nuove classi dirigenti”.  

    “Il mio principio ispiratore sarà l’interesse collettivo – precisa – auspico che con ciascuno dei membri del consiglio comunale, riflesso politico del nostro territorio, si possa produrre un lavoro ricco di contributi propositivi e collaborativi che puntino a migliorare la qualità della vita e a costruire un’immagine di Barberino Tavarnelle densa di valori democratici, inclusiva, aperta, concreta”.

    “Ringrazio la mia compagna Paola per il suo prezioso supporto di questi ultimi mesi, non facili per me, un grazie di cuore al sindaco David Baroncelli – tiene a dire – per tutto il cammino intrapreso. Stimo il sindaco, l’uomo e il cittadino, sono felice di continuare a lavorare con la persona che ha saputo tenere insieme le diverse peculiarità, le identità del nostro territorio”.

    “Promuovendo e valorizzando le funzioni socio-culturali ed economiche di ogni realtà – conclude Marini – riuscendo nel difficile compito di creare un’unica entità rispettosa delle tante anime che la compongono”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...