spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 17 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A Barberino Val d’Elsa torna la “Cena da porta a porta”. Preparata dalla squadra dei cinghialai

    Si mangia nella via che "taglia" il centro storico del borgo medievale. Menu a base di cinghiale e arrosto girato: prenotazioni entro il 21 agosto

    BARBERINO VAL D’ELSA (BARBERINO TAVARNELLE) – Ritorna, ed è un piacere annunciarlo, la “Cena da porta a porta” nel centro storico di Barberino Val d’Elsa.

    Cucinata dalla squadra dei cinghialai di Barberino, con la collaborazione degli operatori economici del paese (e il patrocinio del Comune di Barberino Tavarnelle), si terrà mercoledì 24 agosto, dalle 20, in occasione del Santo patrono (San Bartolomeo).

    Come sempre molto suggestiva l’apparecchiatura (sotto vedete alcune foto delle passate edizioni), lungo la strada che attraversa, da porta a porta appunto, il borgo medievale.

    Ma, molto suggestivo anche… il menu (30 euro a persona).

    Pappardelle al sugo di cinghiale

    Arrosto girato con contorno di insalata

    Cinghiale in umido con contorno di piselli

    Cantuccini e Vinsanto

    Le prenotazioni vengono accettate entro e non oltre domenica 21 agosto.

    Questi i numeri di riferimento: 3337685755 (Paolo Giuntini); 3391589597 (Silvia Naldini).

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...