domenica 5 Luglio 2020
Altre aree

    A cena con i produttori di Chianti Classico: super serata il 3 luglio al Ristoro l’Antica Scuderia

    A Badia a Passignano un menu imperdibile e in degustazione i vini di tre aziende-top del Gallo Nero: Riecine, Querciabella e Losi-Querciavalle. Come prenotare

    BADIA A PASSIGNANO (BARBERINO TAVARNELLE) – Anche il Ristoro l’Antica Scuderia, a Badia a Passignano, partecipa all’iniziativa organizzata dal Consorzio Vino Chianti Classico, “Aggiungi un produttore a tavola”.

    Oltre 70 produttori di Gallo Nero animeranno 25 diverse serate nei ristoranti appartenenti al circuito “Amici del Chianti Classico”, che si distinguono per la particolare attenzione che prestano verso i vini del Gallo Nero e verso il vino in generale. 

    Fra queste, quella di venerdì 3 luglio al Ristoro l’Antica Scuderia.  Con questo menu.

    ANTIPASTO

    • Cipolla ripiena di pecorino di Pienza al tartufo estivo
    • Tartara di manzo del ristoro
    • Caponatina di verdure tiepida

    PRIMI PIATTI

    • Raviolo nudo al pomodoro fondente

    SECONDI PIATTI

    • Il maiale in tre cotture con patate

    DOLCE

    • Il millefoglie secondo noi

    Come produttori in degustazione, Riecine presenta Chianti Classico 2018; Querciabella presenta Chianti Classico Riserva 2016; Losi Querciavalle presenta Chianti Classico Gran Selezione Millennium 2011; Vinsanto del Chianti Classico.

    Prezzo serata: 40 euro. Prenotazione obbligatoria, 0558071623[email protected].

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...