spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 13 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Si rivaluta anche se mantenere la presenza delle slot machine nel circolo: tutti i dettagli

    SAN DONATO IN POGGIO (TAVARNELLE) – Un bando in piena regola: lo ha allestito Società Filarmonica Giuseppe Verdi di San Donato in Poggio per assegnare in gestione il bar del circolo in via Senese 9.

     

    L'intento, sancito fin da subito nel bando, è quello di "preservare e consolidare la funzione di punto di aggregazione per tutta la cittadinanza che l’intera struttura del circolo ha sempre eseguito sin dalla sua costruzione. Il consiglio direttivo ed i soci hanno come obiettivo principale l’utilizzo delle risorse mobili ed immobili della Società Filarmonica per lo svolgimento di attività socio culturali e ricreazionali al fine di mantenere vivo e sano il tessuto sociale fra gli abitanti della frazione".

     

    "Con la nuova gestione – prosegue – si intende quindi instaurare uno stretto rapporto di collaborazione  basato sulla trasparenza, il confronto e la condivisione di obiettivi comuni utili per la crescita di tutti i soggetti coinvolti".
     

     

    Fra le richieste avanzate agli interessati, la "prestazione di alcune attività di richiamo gratuite per gli avventori, al fine di aumentare l’attrazione dell’intera struttura e migliorare i servizi offerti alla cittadinanza e soprattutto ai soci". 

     

    Si richiede  "la predisposizione di una parte del locale bar alla visione pubblica della televisione e la sottoscrizione di un abbonamento per la proiezione gratuita di eventi sportivi in pubblico (Sky o Mediaset Premium).  E’ richiesta inoltre la sottoscrizione di un abbonamento per la connessione internet al fine di coprire l’intera struttura con segnale Wi fi per l’utilizzo gratuito degli avventori. Si ritiene, inoltre opportuna la predisposizione di una postazione fissa, interna al locale bar attrezzata con un computer per fornire servizi di collegamento internet, chat e videochiamate".

     

    Inoltre, "la gestione del bar deve inoltre farsi carico della pulizia degli spazi esterni dell’intera struttura e del mantenimento del decoro dell’aria circostante il circolo". "

     

    Capitolo slot machine e video poker: "Resta da valutare  la possibilità di continuare con l’utilizzo di dispositivi di gioco elettronici che consentono vincite in denaro, ritenendo  tali dispositivi di dubbia compatibilità con l’attività sociale dell’intera struttura".

     

    "Ci rendiamo totalmente disponibili – dicono dal circolo – a rivalutare l’uso degli spazi del locale bar, privilegiando soluzioni che aumentino l’attrazione dell’attività e la fornitura di nuovi servizi o di nuovi prodotti; questo punto è da ritenersi fondamentale ai fini dell’assegnazione . E’ inoltre prevista la nomina di una commissione interna per i rapporti diretti con i gestori del bar, che potrà avvalersi di persone esterne al consiglio (a seconda delle competenze richieste) per valutare aspetti specifici".

    Per partecipare al bando bisogna presentare un documento scritto che dovrà pervenire per e-mail  societafilarmonica@gmail.com oppure per posta ordinaria all’indirizzo: Società Filarmonica G.Verdi, Via Senese n°9 – San Donato in Poggio – 50028 Tavarnelle V.P. (FI), entro e non oltre il  30 settembre. Per informazioni e per i dettagli sul bando, mandare una mail oppure chiamare in orario di ufficio 9-13 al numero 055.3985159.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...