spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 28 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Barberino Tavarnelle: muore Paolo Pandolfi, uomo dell’impegno sociale e politico

    E' stato per venti anni alla guida dell'associazione Auser Volontariato Insieme. Il ricordo del sindaco David Baroncelli e della giunta comunale

    BARBERINO TAVARNELLE – Paolo Pandolfi ha lasciato da qualche ora questa terra, ha lasciato soprattutto la comunità di Barberino Tavarnelle che amava tanto per la quale si era speso per decenni senza sosta.

    Un amore incondizionato che aveva dimostrato mettendo in campo alcune delle sue qualità più marcate, il senso profondo dell’essere solidare, il rispetto verso l’altro, la forza della collaborazione con la quale seminava fiducia e ottimismo valorizzando la cultura del bene comune.

    Un impegno ampio e trasversale che lo aveva visto protagonista nel mondo del volontariato a favore dei più deboli, nella vita pubblica e istituzionale, prima come consigliere comunale, poi come assessore dell’ex Comune di Barberino Val d’Elsa, come punto di riferimento della rete associativa di cui faceva parte attivamente.

    In battaglia contro una malattia che lo assediava da tempo, Paolo Pandolfi si è spento all’età di 80 anni.

    Con lo spirito combattivo e determinato che lo caratterizzava, non aveva rinunciato alla guida dell’associazione Auser Volontariato Insieme Barberino Tavarnelle, che aveva voluto mantenere fino a poco prima che la malattia si aggravasse in modo irreversibile.

    “Paolo è stato uomo dell’impegno sociale e politico – hanno commentato commossi il sindaco David Baroncelli e la giunta comunale – sempre presente, con la voglia di fare ed un sorriso che pungolava al momento giusto stimolando a fare meglio e di più per gli anziani e le altre sfere sociali del nostro territorio, ha impresso un segno di immenso valore nella vita della comunità, ha percorso una strada che non è sempre facile praticare in modo concreto e per un tempo così lungo”.

    “Paolo – dicono ancora – alla guida dell’associazione Auser da venti anni, ha investito la sua vita con consapevolezza e responsabilità nella cultura del fare, al servizio degli altri. E per questo gliene saremo infinitamente grati”.

    L’Auser, sezione di Barberino e Tavarnelle, è presente nel territorio comunale dal 1997. Dal 2003 operava nella Rete di Solidarietà istituita presso il Centro Socio-Sanitario Il Borghetto di Tavarnelle.

    L’ultimo saluto a Paolo Pandolfi si potrà dare martedì 24 agosto alle o11.30 nella chiesa di San Bartolomeo a Barberino val d’Elsa.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...