spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 5 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Barberino Tavarnelle: “Tari più bassa per le famiglie grazie alla raccolta differenziata”

    Il sindaco David Baroncelli: "Il comportamento virtuoso della comunità ha permesso di introdurre un'importante riduzione sulla tassa dei rifiuti pari al 14 per cento"

    BARBERINO TAVARNELLE –  Tari più bassa per le famiglie grazie ai comportamenti virtuosi nella raccolta differenziata e agli interventi economici della giunta comunale.

    “Il Comune di Barberino Tavarnelle – dicono dall’amministrazione comunale – attento a non gravare sulle tasche della comunità, ha potuto approvare la riduzione della tariffa grazie allo spirito green di quelle utenze domestiche, residenti nell’ex comune di Tavarnelle, che si sono distinte nella raccolta differenziata adottando pratiche virtuose, volte alla riduzione della produzione dei rifiuti e degli imballaggi di plastica”.

    “Le abitazioni private – si fa sapere – avranno a partire dall’anno in corso un abbassamento della spesa per il servizio sulla tassa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani equivalente mediamente al 14%”.

    “La riduzione complessiva della tariffa di ogni utenza domestica – spiega il sindaco David Baroncelli – a prescindere dall’indicatore economico Isee, sarà applicata nelle porzioni di territorio che hanno registrato i migliori risultati in termini di incremento della percentuale di raccolta differenziata”.

    “Il comportamento corretto della comunità nel conferimento differenziato dei rifiuti ha permesso di introdurre un’importante riduzione” rimarca.

    Sulla base dei criteri stabiliti dall’organismo statale Arera, recepiti da Ato, che valorizza il lavoro svolto nel sistema di raccolta, si sono potuti ridurre sensibilmente i costi su Tavarnelle.

    “Favorire le famiglie del territorio che hanno dovuto far fronte alle pesanti problematiche legate all’emergenza sanitaria è il nostro chiodo fisso – precisa il sindaco – con un impegno e una vicinanza costanti ci siamo concentrati sulle spese che i cittadini sono tenuti a sostenere e su quelle siamo intervenuti modificandole al ribasso”.

    Tale azione si inserisce nel piano delle tante misure anti Covid messe in campo tra il 2021 e il 2021, per le utenze domestiche e non.

    “L’alleggerimento fiscale – si precisa dal palazzo comunale – ha comportato un investimento complessivo da parte del Comune unico pari a 300mila euro”.

    “La scelta di diminuire la Tari – viene messo in evidenza – è un risultato netto che mira a supportare concretamente soprattutto i soggetti fragili, individuati in base ai criteri di valutazione Isee. Le famiglie che versano in particolari situazioni di disagio economico potranno accedere ad un’agevolazione che abbatterà la Tari del 50%”.

    “Per tutti i cittadini di residenti nella parte che una volta era il comune di Barberino Val d’Elsa, – aggiunge il primo cittadino – abbiamo poi deciso di applicare una riduzione pari al 10% sulla parte variabile della Tari, operazione quest’ultima che consentirà di annullare gli aumenti in bolletta e diminuire i costi della stessa all’intera comunità”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...