domenica 5 Luglio 2020
Altre aree

    Centri estivi 0-3 anni, i Comuni del Chianti fiorentino danno una risposta alle famiglie per il mese di luglio

    Il via la prossima settimana nei nidi comunali Fiordaliso (Cerbaia), Lagomago (Mercatale), La Coccinella (Greve), Il Melarancio (Barberino) e Il Melograno (Sambuca)

    CHIANTI FIORENTINO – Sostenere le famiglie impegnate a conciliare i tempi del lavoro con quelli della famiglia.

    È l’obiettivo del nuovo servizio intrapreso dai Comuni di San Casciano, Greve in Chianti e Barberino Tavarnelle che, a partire dalla prossima settimana, attiveranno l’opportunità educativa e socializzante  dei centri estivi per i più piccoli, rivolti alla fascia  0-3 anni.

    Al ricco programma dell’offerta dei campi estivi in modalità outdoor, promosso dalle assessore alle politiche educative Elisabetta Masti (San Casciano), Maria Grazia Esposito (Greve in Chianti) e Marina Baretta (Barberino Tavarnelle)  si aggiunge il pacchetto di attività che dà una risposta ai bambini dal punto di vista educativo e ludico.

    E un aiuto concreto ai genitori impegnati a gestire il rapporto tra famiglia e lavoro  in questa terza fase dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

    Il Comune di San Casciano mette a disposizione per i bambini già iscritti al nido complessivamente trenta posti. 

    Venti sono i posti a Cerbaia al nido “Fiordaliso Nadia e Caterina Nencioni” dal 1 al 31 luglio di cui dieci a tempo lungo e dieci a tempo corto.

    Dieci sono i posti disponibili dal 1 al 17 luglio al nido “Lagomago” di Mercatale di cui cinque a tempo corto e cinque a tempo lungo. Frequenza minima 2 settimane.

    Le tariffe applicate sono quelle già vigenti per l’anno scolastico 2019/2020 applicate secondo le fasce Isee. In caso di sovrannumero sarà utilizzata la graduatoria di ammissione ai nidi.

    Per informazioni: ufficio scuola 055 8256269-271  – www.sancascianovp.net.

    Il Comune di Greve in Chianti fa partire i centri estivi per i piccoli 0-3 anni, che già frequentano, lunedì 29 giugno.

    Le attività si terranno al nido “La Coccinella” nella fascia tempo corto e lungo.  Dopo aver effettuato un’indagine preventiva elaborata al fine di conoscere le esigenze delle famiglie i bambini potranno frequentare dal 29 giugno al 10 luglio e dal 13 al 25 luglio.

    Info: ufficio scuola tel. 055 8545245–207, email: [email protected].

    Per quanto riguarda il Comune di Barberino Tavarnelle le attività estive 0-3 si terranno presso gli asili nido comunali “Il Melarancio” di Barberino Val d’Elsa e “Il Melograno” di Sambuca.

    Le attività sono riservate ai bambini già frequentanti gli asili nido comunali. I turni sono previsti dal 1 al 17 luglio con orario 8 -14 con pranzo, dal 20 al 31 luglio l’orario spazia 8-14 con pranzo. Le tariffe applicate sono quelle già vigenti per l’anno scolastico 2019/20, applicate secondo le fasce ISEE.

    Nel rispetto delle linee guida ministeriali per l’emergenza Covid-19, i posti previsti per le attività estive sono limitati: in caso di esubero di domande sarà stilata una graduatoria per l’accesso.

    Le iscrizioni si effettuano esclusivamente on line compilare il seguente form: http://www.barberinotavarnelle.it/domanda-di-iscrizione-attivita-estive-0-3-luglio-2020.

    Per informazioni: ufficio servizi educativi tel. 055 8050886 – 055 8050828 – e-mail: [email protected].

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...