spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Che estate sarebbe senza gustare la… Sbriciolona della Macelleria Parti?

    Nel pane o nella schiacciata. Accompagnata da un pezzetto di pecorino e da un bel po' di verdura vi porterà, letteralmente, in paradiso...

    SAN DONATO IN POGGIO (BARBERINO TAVARNELLE) – Se con questo caldo torrido non avete voglia di accendere il forno o i fuochi.

    O semplicemente siete in giro e avete voglia di fare uno spuntino, assaggiate un altro dei salumi artigianali della Macelleria Parti di San Donato in Poggio (Barberino Tavarnelle).

    “Prodotto – tiene a dire Emiliano Parti – secondo la tradizionale ricetta toscana, solo con carni di suini italiani e materie prime di altissima qualità!”.

    E’ la Sbriciolona del Parti: fragrante, aromatica, morbida e golosissima. Da mettere fra due fette di pane o, anche, per farcire una bella schiacciata.

    Di origine tipicamente chiantigiana, la Sbriciolona è un salume che prende la sua aromaticità soprattutto dal finocchietto selvatico.

    A differenza della Finocchiona, la sua grana è più “lenta” e, lo dice anche il nome, si sbriciola letteralmente… .

    Accompagnata da un pezzetto di pecorino e da un bel po’ di verdura vi porterà, letteralmente, in paradiso.

    Oltre all’acquisto “normale”, passando in bottega, sono sempre disponibili i servizi speciali di:

    • Prenotazione e ritiro veloce in bottega

    • Consegna a domicilio

    Info e prenotazioni: 0558072952

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...