giovedì 21 Gennaio 2021
Altre aree

    Con Filippo e Stefano la Macelleria Parti ha attivato le consegne a domicilio… in un lampo

    Scegliete ciò che preferite fra i gustosissimi preparati (pronti da cuocere) e le carni di altisima qualità. E fatevi recapitare il tutto direttamente a casa vostra

    SAN DONATO IN POGGIO (BARBERINO TAVARNELLE) –  A causa della situazione sanitaria corrente, e viste le ultime disposizioni, la Macelleria Parti di San Donato in Poggio offre ai clienti, oltre alla quotidiana attività di vendita al dettaglio che rimane attiva, alcuni servizi aggiuntivi.

    Che mettono insieme il massimo della comodità con la sicurezza.

    Chiamate lo 0558072952 e prenotate la vostra spesa con consegna a domicilio: “Avrete tutti i nostri prodotti direttamente a casa – dicono dalla Macelleria Parti – senza dovervi spostare e correre alcun rischio, in totale sicurezza”

    “Se preferite comunque passare in negozio – proseguono spiegando un’altra alterbative, una sorta di ritiro… drive through – prenotate anticipatamente la vostra spesa, così da poter effettuare il ritiro “al volo”, senza fare fila ed aspettare in negozio”.

    Altrimenti, come detto, Stefano e Filippo saranno i vostri “angeli custodi”, veri e propri “corrieri della ciccia” sul territorio.


    CONTATTI

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...