mercoledì 8 Luglio 2020
Altre aree

    Barberino Tavarnelle, si possono fare donazioni per sostenere famiglie in difficoltà

    Attivato un conto corrente che permette di sostenere le persone che in questa emergenza sono più in crisi

    BARBERINO TAVARNELLE – “I cittadini faranno la loro parte, com’è nella natura, nello spirito della nostra comunità, attiva e cooperante, una realtà che non si è mai risparmiata di fronte al bisogno”.

     

    Ne è convinto il sindaco di Barberino Tavarnelle David Baroncelli che ha iniziato a lavorare sull’individuazione delle misure di sostegno alimentare indirizzate alle famiglie più colpite dall’emergenza, in base a quanto disposto dall’ordinanza della Protezione civile n. 658 del 29 marzo 2020.

     

    Per far fronte alla crisi legata alla diffusione del Covid-19, le cui problematiche sanitarie si intrecciano a inevitabili forme di disagio economico e sociale, il Comune di Barberino Tavarnelle ha attivato un numero di conto corrente bancario con l’obiettivo di con l’obiettivo di implementare le risorse del Fondo di solidarietà alimentare assegnate dalla Protezione Civile.

     

    I cittadini che vorranno esprimere con gesti concreti e solidali il loro personale supporto al difficile contesto della crisi epidemica potranno elargire le donazioni liberali facendo confluire il contributo sul conto corrente n. 4-059077-0 presso la filiale 4 Agenzia 7 Banca di Cambiano Barberino Val d’Elsa. Riportiamo anche il Codice Iban: IT 83 Z 08425 05755 000040590770. Codice Swift: CRACIT33.

     

    “Il blocco delle attività produttive – nota il sindaco David Baroncelli – stabilito dal Dpcm come misura urgente atta a contenere, prevenire e contrastare l’emergenza legata al contagio del Coronavirus potrà ripercuotersi negativamente sulle famiglie e sui lavoratori, ed in particolare su quei nuclei familiari che già mostravano segni di fragilità economica”.

     

    “I beneficiari delle donazioni liberali – precisa l’assessore alle politiche sociali Giacomo Trentanovi – interventi spontanei dei cittadini che si aggiungono alle misure di sostegno economico previste dallo Stato e destinate ai Comuni, sono le famiglie in difficoltà, le fasce più deboli della popolazione e le nuove povertà che possono insorgere a causa dell’interruzione lavorativa”.

     

    I fondi potranno tradursi in buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità.

     

    “Stiamo lavorando per individuare i soggetti beneficiari e nei prossimi giorni renderemo noto l’avviso pubblico – aggiunge il sindaco – è l’ufficio Servizi sociali del Comune che si occupa di identificare la platea dei destinatari delle donazioni e determinare la misura del contributo da erogare alle situazioni più urgenti, dando priorità a coloro che non ricevono altri contributi pubblici”.

     

    Le donazioni sono integralmente deducibili dal reddito d’impresa e dunque detraibili fiscalmente, come previsto dall’art. 66 del Dl 18/2020.

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...