spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Domenica 1 agosto al Bar La Pineta è tempo di Bloody Mary: insieme… alla porchetta!

    Una combinazione vincente fra un cocktail mitico, realizzato con ingredienti freschissimi e di prima qualità, e rosette/schiacciate farcite

    BARBERINO TAVARNELLE – Al Bar La Pineta di Barberino Val d’Elsa il mese di agosto inizia in bellezza con il tanto atteso evento a tema Bloody Mary!

    Dopo lo straordinario successo dello scorso anno, domenica 1 agosto (dalle 18.30) torna a grande richiesta la serata a base di questo drink davvero unico, che sarà realizzato dalle sapienti mani del bar manager Andrea Filippini.

    “Il Bloody Mary fu inventato nel 1920 da un barman francese, Fernand Petiot, che lavorava a New York – ci racconta Andrea – Nacque per curare i sintomi della sbronza: il succo di pomodoro ha un effetto detox”.

    “Il nome del cocktail – aggiunge – è ispirato a Maria “la Sanguinaria” che, nel 1555, fece una strage di protestanti”.

    Al Bar La Pineta il Bloody Mary sarà realizzato – ça va sans dire – con prodotti di ottima qualità e preparazioni home made: un estratto di due tipi di pomodoro (unito ad un ingrediente segreto), succo fresco di limone, vodka, qualche goccia di tabasco e di Worcester sauce, e sale al sedano aromatizzato da Andrea.

    E sarà guarnito, oltre che con il gambo di sedano, con il basilico, per esaltare ancora di più il sapore del pomodoro.

    “Utilizzerò la tecnica chiamata “throwing”: una cascata di drink che lo fa ossigenare, fa uscire le parti aromatiche e che lo rende spumoso”, ci anticipa Andrea.

    “L’idea del pomodoro nel drink spesso non piace, ma posso assicurare che è molto gustoso – dice – E’ “umami”, cioè ha quel sapore che fa venire l’acquolina in bocca: un po’ come quando si mangia il grasso del prosciutto”.

    Al Bar La Pineta il Bloody Mary sarà accompagnato niente meno che… da sua maestà la porchetta, farcita in una rosetta o in una schiacciata alla pala.

    “E’ una combo vincente: il Bloody Mary è un drink con una nota acida che va a sgrassare la bocca dalla porchetta”, ci spiega Andrea.

    “L’anno scorso la serata Bloody Mary andò talmente bene che la replicammo altre due volte – ricordano Martina, Andrea e Sabrina – Il drink piacque a tutti, anche a chi era titubante: un cliente di una settantina d’anni, simpaticissimo, che non lo aveva mai assaggiato prima, ne bevve… tre!”.

    Ingredienti di prima qualità

    Sarà disponibile anche la variante analcolica, che presenta tutti gli ingredienti del cocktail fatta eccezione per la vodka: “E’ ottimo: ha lo stesso sapore del Blood Mary”, garantisce Andrea.

    Nonostante il protagonista assoluto sarà il Bloody Mary, al Bar La Pineta troverete di tutto: dall’ultima creazione (rum al rosmarino, sciroppo di curcuma, succo di lime, soda di bergamotto e mandarino) ai grandi classici ai Gin tonic per passare da vino e bollicine e arrivare ai drink sartoriali.

    Chi ancora ha qualche dubbio sul Bloody Mary non deve fare altro che toglierselo assaggiando quello del Bar La Pineta domenica primo agosto! 

    Il pomoodro spremuto fresco
    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...