spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 9 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La tavarnellina sfiora la vittoria: adesso sotto con le pre-finali nazionali

    TAVARNELLE – Giulia Fontana, di Uzzano, è la nuova Miss Toscana 2013. La manifestazione organizzata dall'Associazione Sportiva A.S.D. Casciana Terme e Lari con il contributo del Comune, delle Terme di Casciana e dell'agenzia Syriostar di Gerry Stefanelli, si è svolta sabato 31 Agosto,
    per la 32esima volta nel salotto di piazza Garibaldi a Casciana Terme , dove ha visto ancora una grande partecipazione ed interesse da parte di tantissimo pubblico per applaudire e sostenere il gruppo delle 29 finaliste al titolo più ambito.

     

    Una qualificata giuria di esperti che si era riunita come di consuetudine nel pomeriggio e presieduta da Giusy Buscemi (Miss Italia 2012), ha avuto modo di conoscere ed ascoltare una ad una ogni concorrente e poterne vedere la loro immagine negli schermi tv a loro disposizione, ed al termine della votazione finale ha emesso il seguente verdetto.
     

    Prima classificata, Miss Toscana 2013, Giulia Fontana, 21 anni, di Uzzano (Pistoia), studentessa, alta 1,78 metri, capelli castani, occhi marroni; seconda classificata, Miss Rocchetta Bellezza, Benedetta Rossi, 23 anni, di Rignano Sull'Arno, studentessa, alta 1,76 metri, capelli castani, occhi castani; terza classificata, Miss Wella, Giulia Coppini, 20 anni, di Tavarnelle, studentessa, alta 1,74 metri, capelli castani, occhi verdi.

     

    Un solo voto di scarto fra la prima e la seconda, quattro fra la prima e Giulia Coppini, terza: insomma, un vero e proprio arrivo al fotofinish.
     

    Seconda vittoria consecutiva di una Miss Toscana della provincia di Pistoia dopo Irene Casartetelli nel 2012, ed anche se è stata una vittoria veramente al filo di lana per la ragazza della Valdinievole si è aperta la porta delle finali nazionali.

     

    In effetti, mentre le altre otto vincitrici di fasce satelliti dovranno partecipare alle Pre-finali, Miss Toscana come tutte le altre Miss che rappresentano la regione fanno già parte delle 80 finaliste al titolo di Miss Italia 2013.

     

    Giulia Fontana, che è stata incoronata da Giusy Buscemi Miss Italia 2012, era già in possesso del titolo di Miss Miluna Toscana conquistato a Bibbiena; conquistando il titolo più ambito di Miss Toscana passa quindi la fascia di Miss Miluna a Giorgia Mazzini di Firenze.

     

    L'ultima fascia importante per completare la squadra delle otto toscane alle Pre-finali, quella di Miss sportiva Toscana, è stata vinta da Madine Konate di Livorno.

     

    Quindi riassumendo la squadra della Toscana sarà così composta: Giulia Fontana di Uzzano, Miss Toscana 2013, Finalista Nazionale; Benedetta Rossi, di Rignano Sull'Arno, Miss Eleganza, Toscana-Pre-finalista; Martina Bonci, di Carrara, Miss Deborah, Toscana – Pre-finalista; Matilde Fioravanti, di Firenze, Miss Rocchetta Bellezza Toscana, Pre-finalista; Lara Quercioli, di Calenzano, Miss Wella Toscana, Pre-finalista; Giulia Coppini, di Tavarnelle, Miss Ragazza in Gambissima Luciano Barachini Toscana, Pre-finalista; Sara Ligori, di Cascina, Miss Cinema Toscana, Pre-finalista; Giorgia Mazzini, di Firenze, Miss Miluna Toscana, Pre-finalista.
    Madine Konate – di Livorno – Miss Sportiva Toscana Pre-finalista.

     

    Un'altra fascia molto importante quella di Miss Mascotte Toscana 2013, che riguarda le concorrenti più giovani di un anno è stata vinta da Anna Piovanelli di 17 anni di Tirrenia, e sarà la prima finalista regionale di Miss Toscana 2014.

     

    Durante la serata che è stata condotta in maniera impeccabile e perfetta da Raffaello Zanieri e Gaetano Gennai, si è esibito il gruppo di ballerini di Street Dance " La Rejected Crew" 6 ragazzi veramente scatenati che hanno sorpreso per i loro balletti e le loro piroette acrobatiche tutto il pubblico presente.

     

    Altri ospiti molto graditi la squadra dei comici di "Una Ventata di Aria Fresca" con Claudio Fadda, Niky Giustini e Graziano Salvadori che porteranno in giro nei migliori teatri toscani e nazionali la nuova produzione della spettacolo prodotta dalla Syriostar.

     

    Momenti a sorpresa della serata, la telefonata in diretta della patron del concorso Patrizia Mirigliani che ha voluto salutare tutte le concorrenti schierate sul palco e tutto il pubblico di Casciana Terme e che molto presto sarà in grado di dare le date e la località delle Pre-finali e Finali Nazionali.

     

    Altra telefonata in diretta al momento del "premio Lolette Conti "e' stata quella di Carlo Conti, per 28 anni conduttore di miss Toscana ma impegnato a Roma per l'imminente partenza di due suoi programmi tv ma che ha voluto nominare, in mancanza della sua presenza, il nome della vincitrice che è stata Rosa Cesare di Scandicci, del premio nel ricordo di sua madre Lolette.

     

    Il momento più sentito e toccante della serata proprio pochi istanti prima dell'elezione di Miss Toscana, voluto da Gerry Stefanelli responsabile del concorso di miss Toscana e Miss Umbria, è stato il ricordo di un grande amico, colui che 32 anni fa portò il concorso nella cittadina termale della Valdera. E mentre sull'enorme schermo situato in piazza scorrevano le immagini di Ugo Matteoli, scomparso alla fine di novembre all'età di 56 anni, tutta la piazza si è alzata in piedi onorandolo di un fragoroso e lunghissimo applauso.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua