spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 14 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Fiocco rosa speciale stamani a Linari: bambina nasce in casa, poi con l’ambulanza, via in ospedale

    La piccola aveva... fretta. Medico e volontari della Misericordia di Barberino Tavarnelle l'hanno portata, con la mamma a Campostaggia. Dove è stato reciso il cordone ombelicale

    LINARI (BARBERINO TAVARNELLE) – Quando sono arrivati, alle prime luci dell’alba di stamani, sabato 30 luglio, la piccola era già nata.

    In una casa di Linari, borgo antico nel comune di Barberino Tavarnelle.

    E chissà se sul certificato di nascita le verrà scritto “Nata a Barberino Tavarnelle”.

    Sì, perché medico e volontari della Misericordia di Barberino Tavarnelle stamani hanno assistito la magia della vita. Che, prepotente, si è fatta strada (quasi) da sola.

    La piccola infatti aveva evidentemente fretta di nascere, e quando l’ambulanza è arrivata era aveva già visto la luce. Alla presenza dei suoi genitori.

    Medico e volontari hanno quindi subito prestato assistenza, preso in carico mamma e bimba e portate all’ospedale di Campostaggia, a Poggibonsi.

    Dove è stato reciso il cordone ombelicale. 

    A questa famiglia, che oggi ha avuto modo di veder compiere questa sorta di magia, con mamma e figlia che stanno bene, le congratulazioni da parte della redazione del Gazzettino del Chianti.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...