giovedì 2 Luglio 2020
Altre aree

    Fiom Cgil: “Azienda di Poggibonsi con stabilimento a Tavarnelle condannata per comportamento antisindacale”

    Si tratta della Volentieri Pellenc: "Molti pensano che certi atteggiamenti siano relegati agli anni bui del diritto del lavoro, ma purtroppo non è così"

    POGGIBONSI-TAVARNELLE – “Il Tribunale Ordinario di Firenze ha dichiarato l’antisindacalità della condotta tenuta dalla Volentieri Pellenc Srl, azienda specializzata nella produzione e distribuzione di macchine per la viticoltura che tra la sede di Poggibonsi e lo stabilimento di Tavarnelle conta circa quaranta dipendenti”.

    Lo annuncia in una nota la Fiom Cgil. Che prosegue: “Per dissuadere i lavoratori a partecipare all’assemblea convocata dalla Rsu, l’azienda aveva affisso in bacheca un comunicato con il quale affermava che i dipendenti, se volevano, potevano non andare all’assemblea e lavorare. Inoltre il direttore dello stabilimento aveva partecipato all’assemblea ritenendo di averne diritto in quanto “normale lavoratore””.

    “Il Tribunale – rimarca ancora la Fiom – ha ritenuto tali condotte antisindacali poiché tese a dissuadere i lavoratori dal partecipare all’assemblea e ad intimidirli durante la stessa. Come organizzazione sindacale, dopo i ripetuti tentativi di aprire un confronto, non potevamo tacere tali atteggiamenti, così il nostro Segretario Generale, Daniele Calosi, ha deciso di denunciare ai sensi dell’ex art. 28 L.300/70, quanto stava accadendo”.

    Perheé secondo Antonio Puoti , della Fiom Cgil Firenze (e referente chiantigiano per il sindacato metalmeccanici), “molti pensano che tali atteggiamenti siano relegati agli anni bui del diritto del lavoro, purtroppo ancora nel 2020 siamo costretti a dover utilizzare le aule dei tribunali per veder riconosciuti diritti ormai acquisiti da diversi decenni”.

    “Nei prossimi giorni – annuncia – insieme alla Rsu, terremo un’assemblea con tutti i lavoratori della Volentieri Pellenc per illustrare gli esiti della vertenza, che ha visto vincere le ragioni del diritto contro la prepotenza dell’azienda”.

    “Questa sentenza – tiene a dire Puoti – non è solo una vittoria dei lavoratori della Volentieri Pellenc, ma di tutto il mondo del lavoro, arrivata anche grazie al prezioso supporto legale dell’avvocato Andrea Stramaccia dello Studio Bellotti“.

    “La Fiom Cgil – conclude – è da sempre impegnata in un costante tentativo di tutela ed estensione dei diritti di tutti: utilizzando principalmente la via del confronto leale e del dialogo, auspichiamo che in futuro questa via possa essere condivisa da tutti, anche dalla dirigenza della Volentieri Pellenc”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...