spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Francesco Grandi si dimette da presidente del consiglio comunale di Barberino Tavarnelle

    "Tante importanti esperienze che porterò sempre con me", ma anche "momenti di mancato confronto all'interno del gruppo"

    BARBERINO TAVARNELLE – “Ho rassegnato le dimissioni da presidente del consiglio comunale di Barberino Tavarnelle”.

    Lo comunica Francesco Grandi, ormai ex presidente del “parlamentino” di Barberino Tavarnelle.

    “Una decisione – aggiunge – presa da mesi ma formalizzata soltanto in questi giorni per consentire la migliore prosecuzione dei lavori consiliari durante alcuni passaggi importanti e fondamentali, tra i quali l’approvazione del nuovo stemma e il bilancio di previsione 2022/2024”.

    “È stato un orgoglio – puntualizza Grandi – aver potuto rivestire questa carica. Non è stato facile a causa del periodo e delle complicazioni legate all’emergenza epidemiologica. E per alcune attribuzioni concesse all’interno del gruppo di maggioranza che si sono sovrapposte allo svolgimento dei miei compiti e attività”.

    “Tante importanti esperienze che porterò sempre con me – fa un bilancio – unite a momenti di mancato confronto all’interno del gruppo che, nel caso dei lavori per l’approvazione del nuovo regolamento del consiglio, non mi hanno permesso un’adeguata condivisione, anche con l’opposizione, costringendomi al deposito di emendamenti accolti in seduta consiliare”.

    “La mia attività istituzionale però non termina qui – rilancia – Come consigliere comunale di maggioranza sento comunque e ugualmente lo stesso senso di responsabilità e di impegno in favore della nostra comunità”.

    “Un ringraziamento – conclude – agli uffici comunali da cui ho sempre ricevuto disponibilità e collaborazione”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...