spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Lo stemma del comune di Barberino Tavarnelle al Santuario della Madonna di Montenero

    Lo stemma dipinto su tavola lignea a olio dal maestro Sergio Nardoni è stato consegnato dal sindaco al vescovo della Diocesi di Livorno, monsignor Simone Giusti

    BARBERINO TAVARNELLE –  Il nuovo stemma del comune unico di Barberino Tavarnelle, nato dalla riunificazione dei comuni di Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle, istituito nel 2019, ha trovato la sua collocazione nella Galleria dei Comuni del Santuario della Madonna di Montenero, a Livorno.

    È stato il sindaco di Barberino Tavarnelle, accompagnato da una delegazione costituita da alcuni assessori e rappresentanti del consiglio comunale e dai parroci del territorio, a consegnare nelle mani del vescovo della Diocesi di Livorno, monsignor Simone Giusti, la tavola lignea dipinta a olio dal maestro Sergio Nardoni, uno dei più rilevanti protagonisti dell’arte figurativa contemporanea.

    Il simbolo del nuovo ente raffigura un imponente e rampante leone azzurro su fondo argento che tiene con una delle zampe anteriori un giglio rosso da cui sono stati mutuati due degli elementi principali dell’arme odierna: il leone e il giglio fiorentino.

    Dopo la benedizione, lo stemma è stato posizionato ed esposto nella celebre Galleria dei Comuni.

    Che raccoglie e ospita gli stemmi dei comuni della Regione Toscana in segno di fiducia e protezione in un luogo di fede che esprime spirito di condivisione.

    Ad accogliere i rappresentanti istituzionali del Comune di Barberino Tavarnelle il cardinale Ennio Antonelli, presidente emerito del Pontificio Consiglio per la famiglia, arcivescovo emerito di Firenze.

    Presenti alla cerimonia anche i monaci vallombrosani che gestiscono il Santuario e alcuni dei monaci dello stesso ordine del monastero di Badia a Passignano, nel territorio di Barberino Tavarnelle.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...