spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Lotta alle zanzare: antilarvale gratuito per i cittadini di Barberino Tavarnelle

    Dal 12 maggio nelle piazze di Tavarnelle e Barberino si terrà la distribuzione gratuita ai cittadini del prodotto

    BARBERINO TAVARNELLE – Lotta alle zanzare con la distribuzione del prodotto econostenibile nelle aree private.

    E’ il Comune di Barberino Tavarnelle ad averla messa in atto con la consegna gratuita delle confezioni antilarvali in occasione del mercato settimanale in piazza Matteotti a Tavarnelle e in piazza Mazzini a Barberino Val d’Elsa.

    Prende forma una nuova edizione della campagna di sensibilizzazione, promossa dall’amministrazione comunale in collaborazione con Alia Servizi ambientali Spa, per impedire in forma preventiva la proliferazione delle zanzare ed invitare la popolazione ad adottare misure e comportamenti responsabili finalizzati a contrastare il fenomeno.

    Partirà giovedì 12 maggio la consegna gratuita delle confezioni per il trattamento antizanzara nelle aree private che potranno essere utilizzate per le piccole raccolte d’acqua.

    Ritirare il prodotto è semplice: basta recarsi in piazza e richiedere il prodotto al personale Alia, presente nei giorni 12 e 19 maggio, 16 e 17 luglio in piazza Matteotti e 4 giugno in piazza Mazzini dalle ore 9.30 alle ore 12.

    L’operatore Alia sarà a disposizione dei cittadini per tutte le informazioni necessarie all’utilizzo del prodotto. La distribuzione avverrà fino ad esaurimento delle scorte. Il prodotto è facilmente applicabile, risulta efficace in tutti i tipi di acqua stagnante.

    L’iniziativa si aggiunge al ciclo di interventi di disinfestazione, finanziato dall’amministrazione comunale, in corso nell’intero territorio comunale con l’obiettivo di potenziare la campagna che mira a diffondere il prodotto antilarvale nelle zone di competenza comunale e nelle aree private.

    “Per ottenere risultati efficaci – evidenzia il sindaco David Baroncelli – è necessaria la collaborazione dei cittadini, è fondamentale che ciascuno agisca autonomamente evitando il ristagno dell’acqua nella propria area. Solo con l’attenzione di tutti possiamo sperare di ottenere un generale vantaggio per la collettività”.

    Inoltre è stata emessa dal sindaco una specifica ordinanza contenente alcuni provvedimenti volti a contenere la diffusione delle zanzare su tutto il territorio comunale, valida fino al 31 ottobre 2022.

    “L’obiettivo – aggiunge il sindaco Baroncelli – è quello di attuare una campagna capillare di prevenzione e contrasto alla proliferazione dell’insetto, i risultati più virtuosi si possono ottenere mediante la stretta collaborazione tra ente locale e comunità”.

    E’ importante ad esempio evitare il ristagno di acqua in vasi e sottovasi presenti negli orti, giardini e terrazzi, trattare   l’acqua   presente   nei   tombini   e   nelle   griglie   di   raccolta, all’interno delle proprietà private, oppure immettere   pesci   rossi   o   gambusie, che   si   nutrono delle larve delle zanzare, nelle fontane e nei laghetti ornamentali.

    I proprietari e i responsabili di depositi, attività industriali, artigianali e commerciali, cantieri edili, aziende agricole, florovivaistiche, zootecniche sono tenuti ad adottare tutti i provvedimenti necessari per evitare il formarsi di acqua stagnante negli spazi inerenti la propria attività.

    Chi contravviene ai contenuti dell’ordinanza rischia una sanzione amministrativa fino a 500 euro. 

    Info: Ufficio Relazioni con il Pubblico 055055, urp@barberinotavarnelle.it.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...