spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 3 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Macelleria Parti, sono i giorni della lavorazione del maiale: “Per noi è… una cosa seria!”

    Ricette tradizionali, materie prime di altissima qualità. Ed ecco la salsiccia artigianale, la famosa "Sandonatella del Parti", il prosciutto crudo toscano...

    SAN DONATO IN POGGIO (BARBERINO TAVARNELLE) – “Buon 2023 a tutti voi! Noi della Macelleria Parti siamo tornati subito a lavoro nei nostri laboratori di San Donato in Poggio per preparare tanti prodotti freschi e gustosi per questo nuovo anno!”.

    Inizia così l’anno nuovo nella macelleria in cui Emiliano Parti e tutto il suo staff sono alle prese con… una cosa seria: la lavorazione del suino.

    Tradizionalmente fatta proprio in questo periodo dell’anno dai contadini di una volta – spiegano dalla macelleria sandonatina – prevede l’utilizzo di ogni singola parte dell’animale”.

    “E la varietà dei prodotti che si possono tirar fuori – proseguono – è veramente sorprendente: non vi resta che venire a vedere cosa abbiamo preparato per voi”.

    Vi aspettano in bottega delle vere e proprie… opere d’arte:

    📌 SALSICCIA ARTIGIANALE di PURO SUINO

    📌 SANDONATELLA del PARTI

    📌 PROSCIUTTO CRUDO TOSCANO STAGIONATO

    E, ovviamente, molto altro ancora: produzione interamente propria, carne di suini allevati in Italia, materie prime di altissima qualità, ricette tradizionali.


    Telefono: 0558072952

    Pagina Facebook: https://www.facebook.com/MacelleriaParti

    Sito web: http://www.macelleriaparti.it/

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...