spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Non avete molto tempo in cucina? Ecco i pronti da cuocere (e i… già cotti) della Macelleria Parti

    Dal tacchino arrosto ai filetti al pepe verde, dalla torta di compleanno di bovino a tantissimi altri spunti. Per pranzi e cene ricchi di gusto e genuinità

    SAN DONATO IN POGGIO (BARBERINO TAVARNELLE) – Non avete tempo di cucinare? Ma vi piace mettere in tavola qualcosa di sano, gustoso e genuino.

    Dal laboratorio di Emiliano Parti e di tutto il suo staff, dalla Macelleria Parti in via Senese a San Donato in Poggio (Barberino Tavarnelle), escono continue novità e classici intramontabili.

    Pronti da cuocere o anche… già cotti.

    Guardate ad esempio che bel tacchino arrosto hanno cucinato per voi: già pronto per essere messo in tavola e gustato.

    Oppure siete a corto di idee per un pranzo o una cena a cui tenete?

    Che ne dite dei gustosissimi filetti al pepe verde? Delia ve li mostra in tutto il loro splendore.

    Chi li ha assaggiati sa di cosa parliamo, chi ancora non lo ha fatto… si sbrighi!

    Oppure c’è anche la torta di compleanno di carne di bovino!

    Solo pochi minuti nel vostro forno e poi diretta in tavola.

    Questi e molti altri pronti da cuocere (o, come detto, già cotti) vi aspettano ogni giorno in bottega: sempre freschissimi.

    Prodotti tutti nei laboratori di San Donato in Poggio, in modo del tutto artigianale, solo con carni di allevamenti italiani di primissima scelta, con materie prime di altissima qualità.


    MACELLERIA PARTI

    Telefono: 0558072952

    Pagina Facebook: https://www.facebook.com/MacelleriaParti

    Sito web: http://www.macelleriaparti.it/

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...