spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 20 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nuova mostra a Palazzo Malaspina: piante e animali vitali nel giardino di Joyce Brian

    In mostra nella sede espositiva di origine rinascimentale quarantacinque tavole dell'artista americana, prima statunitense ad allestire una personale nel territorio di Barberino Tavarnelle

    BARBERINO TAVARNELLE – Un inno alla vita che profuma di Ibiscus, begonie, girasoli, rose.

    Un viaggio in dialogo con ambiente, visivo ed emozionale, che cerca nelle diverse manifestazioni della Natura la chiave per ritrovare l’equilibrio perduto, soprattutto dopo la pandemia.

    E di stabilire nuove connessioni e legami duraturi con la parte più intima della spiritualità umana e ciò che la circonda.

    Palazzo Malaspina si trasforma in un grande giardino d’arte, accessibile ad ogni tipo di “visita”, con i pistilli, le corolle, gli steli, i petali monumentali del ricco mondo naturalistico di Joyce Brian.

    Sulle note della Wiesbaden Symphonic Brass, che ha eseguito un concerto in piazza Malaspina, fulcro culturale del borgo, ha aperto i battenti la mostra d’arte contemporanea “Breath of Nature”, personale di Joyce Bryan, artista e insegnante di origine newyorkese.

    Tra le sale rinascimentali dell’edificio storico ha preso vita una nuova opportunità di conoscenza dei linguaggi espressivi dell’arte contemporanea, nell’ambito della ricca stagione espositiva promossa e organizzata dal Comune di Barberino Tavarnelle che per l’intero periodo estivo valorizza con la pittura e la scultura, le sedi culturali di Palazzo Malaspina a San Donato e Spedale de’ Pellegrini a Barberino Val d’Elsa.

    “Una dimensione fantastica, vitale, serena – commenta l’assessore alla cultura Marina Baretta – quella delicatamente “piantata” da Joyce Brian tra le pareti dello storico palazzo di San Donato in Poggio; il messaggio che vuole lanciare l’artista è un biglietto di pace, una nuova strada per tornare a vivere senza paura, con rispetto, gratitudine e amore il luogo in cui si nasce e si cresce, una visione sostenibile della vita e delle relazioni umane che non possono fare a meno le une delle altre, in una logica di responsabile reciprocità”.

    I colori i vivaci e gioiosi che caratterizzano le tele dell’artista americana fanno “parlare” il bosco del respiro di Joyce, animato non solo dal paesaggio floreale, ispirato al territorio toscano ma dai tanti animali di diversa specie, legati persino agli ambienti esotici.

    Che richiamano l’attenzione del visitatore, lo guardano dritto negli occhi, ne incrociano lo sguardo dell’anima e lo invitano a vivere e respirare nella fase post pandemica una nuova realtà costituita da relazioni con il mondo ed armonie con la natura.

    L’iniziativa ha un carattere inedito perché per la prima volta il centro espositivo di San Donato ha offerto uno spazio privilegiato al talento di un’artista americana. La personale accoglie 45 dei capolavori della pittrice, realizzati negli ultimi due anni.

    “La mostra è dedicata a Madre Terra e a tutti i suoi doni – dichiara l’artista Joyce Brian – alle creature vegetali e animali le cui forze vitali accrescono e sostengono l’umanità e il pianeta, il nostro è un crocevia nel tempo, un cambiamento continuo in cui è necessario riconnettersi con i fiori e gli spiriti delle piante e degli animali in un modo nuovo e profondo”.

    “Come comunità globale – riprende – viviamo a un ritmo veloce e abbiamo bisogno di prenderci del tempo per “annusare le rose”… per connetterci con la natura. Per essere grati per ogni respiro”.

    “Mentre inspiriamo profondamente – conclude l’artista – ispiriamo la vita che sostiene l’ossigeno che le piante e gli alberi ci danno e assorbiamo le fragranze e la bellezza che ci circondano. Mentre espiriamo, aiutiamo a sostenere la natura che ci circonda e condividiamo i nostri doni con il mondo”.

    La mostra, aperta fino a domenica 4 settembre, è stata inaugurata alla presenza del vicesindaco Roberto Fontani e dell’assessore alla cultura Marina Baretta.

    La mostra è aperta nei seguenti orari: lunedì e martedì 10-13; giovedì, venerdì, sabato edomenica 10-13 e 17- 23. L’ingresso è gratuito. 

    INFORMAZIONI

    Info Point Barberino Tavarnelle: 0558072338 – iatbarberinotavarnelle@gmail.com

    Ufficio Cultura: 0558052337 – 0558052369 – cultura@barberinotavarnelle.it

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...