mercoledì 30 Settembre 2020
Altre aree

    Pullman di linea contro spalletta del Ponte Romano della Sambuca: danneggiato

    Il Comune messo in sicurezza. L'assessore Fontani: "Appalteremo il ripristino, l'assicurazione rimborserà"

    SAMBUCA (BARBERINO TAVARNELLE) – Quella che vedete sopra è la foto che ci ha inviato una nostra lettrice sambuchina: si vede il Ponte Romano della Sambuca crollato all’angolo.

     

    Ponte Romano che era stato appena riqualificato: domenica 27 ottobre c’era stata l’inaugurazione, dopo il rifacimento in pietra della pavimentazione, che si era rovinata.

     

    “Abbiamo sentito la botta, ma eravamo ancora chiusi e non abbiamo visto di persona – ci dicono dal bar proprio di fronte al ponte – Ieri mattina, venerdì 15 novembre, intorno alle 7. Un pullman delle linee Sitabus dovrebbe  aver "strusciato" contro il muro e sono venute giù delle pietre: forse ha preso troppo stretta la curva”.

     

    “Dopo poco, verso le 8 – aggiungono – il Comune è intervenuto per buttare giù altre pietre e mettere in sicurezza, perché il muro barcollava. E ha appoggiato le transenne al muro per delimitare la zona”.

     

    Con Roberto Fontani, assessore con delega ai lavori pubblici, ci confrontiamo per capire come si svolgeranno i lavori .

     

    Fontani che ci ha confermato quanto successo. “Una Sita ha picchiato contro la spalletta – spiega l’assessore Fontani – I vigili hanno fatto subito il sopralluogo, preso i dati del pullman e denunciato".

     

    "Procederemo il prima possibile – conclude – assegnando il lavoro alla ditta per sistemare il danno, poi ci rimborserà l’assicurazione”.

    di NOEMI BARTALESI

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino