spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 11 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Porta a porta unico per tutti i marciallini, residenti nei Comuni di Barberino Tavarnelle e Certaldo

    Il progetto di estensione del porta a porta integrale avviato dalla giunta Baroncelli interesserà anche i cittadini residenti nella parte certaldese della frazione

    BARBERINO TAVARNELLE – L’estensione del servizio ri raccolta porta a porta dei rifiuti domestici, che nel territorio di Barberino Tavarnelle sarà introdotta in forma integrale dal 14 febbraio 2022, supera i confini amministrativi grazie a una nuova forma di collaborazione con l’amministrazione comunale “vicina di casa”, il Comune di Certaldo.

    Il percorso informativo e di contattazione delle famiglie, avviato da alcune settimane, andrà a favore dell’intera frazione di Marcialla, località di confine tra Barberino Tavarnelle e Certaldo.

    L’attivazione del nuovo sistema di raccolta rifiuti interesserà concretamente tutti i marciallini, a prescindere dal territorio comunale di residenza.

    Lo stesso sistema di raccolta dei rifiuti sarà infatti adottato sia per coloro che abitano nel comune di Barberino Tavarnelle sia per i residenti nell’area della frazione che afferisce al Comune di Certaldo.

    Un’operazione volta ad attivare il servizio di porta a porta sul territorio di Marcialla, considerato sotto il profilo della raccolta dei rifiuti, unitario e omogeneo.

    L’introduzione del servizio nasce da una precisa volontà politica di condivisione delle esigenze dei cittadini messa in atto dai Comuni di Barberino Tavarnelle e Certaldo. Che arriva anche dopo le sollecitazioni dei residenti dei mesi scorsi.

    “La necessità di condividere un piano di attivazione della nuova modalità di conferimento dei rifiuti per la frazione di Marcialla scaturisce da un impegno e da un obiettivo che vede le amministrazioni comunali di Barberino Tavarnelle e Certaldo ancora una volta pienamente concordi – dichiarano i sindaci David Baroncelli e Giacomo Cucini –  portiamo avanti, anche in favore di altre zone dei nostri territori, politiche di area che ci permettono di coltivare visioni e prospettive unitarie, tese ad innalzare e migliorare le prestazioni ambientali dei nostri territori”.

    “Crediamo e investiamo insieme sul porta a porta – rilanciano – ritenendo che tale servizio possa rivelarsi lo strumento migliore, in grado di garantire una maggiore quantità e soprattutto una migliore qualità dei rifiuti prodotti, in linea con il modello del rifiuto zero cui tendiamo, che fa leva sull’efficacia del porta a porta”. 

    L’attività di contattazione di tutti i residenti, effettuata casa per casa dagli operatori Alia, farà tappa nei prossimi giorni anche a Marcialla con l’obiettivo di fornire le informazioni e gli strumenti necessari alla partenza del nuovo servizio.

    La consegna a domicilio, frazione per frazione, dei bidoncini e dell’intero kit necessario a differenziare correttamente è in corso da settimane e andrà avanti fino a gennaio. Il passaggio a domicilio degli operatori Alia è finalizzato a conoscere e verificare direttamente le particolari esigenze dei cittadini.

    Con l’incontro online, in streaming dalle pagine Facebook del Comune e del sindaco David Baroncelli, si è concluso il ciclo di assemblee in presenza nelle frazioni nel corso delle quali il sindaco e i tecnici Alia hanno illustrato le novità e gli obiettivi dell’ampliamento del porta a porta.

    “Ognuno di noi può e deve fare la propria parte – concludono i sindaci – per rendere il Chianti e la Valdelsa un luogo ancora più vivibile e sostenibile che valorizza bellezza, risorse paesaggistiche, capacità di accoglienza e qualità dei servizi”.

    Saranno raccolte al domicilio dei cittadini le seguenti categorie di rifiuti, utilizzando gli appositi contenitori di cui è iniziata la distribuzione: imballaggi e contenitori (in plastica, metalli, tetrapak e polistirolo), carta e cartone, residuo non differenziabile, organico. Solo il vetro verrà conferito nelle apposite campane stradali.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...