spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 5 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Pranzo di Natale e cenone di capodanno: i due super menu del Ristoro L’Antica Scuderia

    A Badia a Passignano Stefano Puliti e Maria Abbarchini, come sempre, abbineranno grande qualità dei prodotti, lavorazioni tradizionali con un tocco di innovazione, gusto

    BADIA A PASSIGNANO (BARBERINO TAVARNELLE) – Natale e Capodanno iniziano a profilarsi molto vicini all’orizzonte.

    E anche la proposta dei ristoranti per il pranzo natalizio e il cenone di San Silvestro è pronta.

    E’ il caso, ad esempio, del Ristoro L’Antica Scuderia a Badia a Passignano (Barberino Tavarnelle), dove il patron Stefano Puliti e la chef Maria Abbarchini hanno predisposto, anche per queste festività 2023, due menu straordinari.

    Che, come sempre, abbineranno grande qualità dei prodotti, lavorazioni tradizionali con un tocco di innovazione, gusto.

    E allora eccolo il  menu per il pranzo per il Natale 2023 al Ristoro L’Antica Scuderia.

    Qui di seguito, invece, il menu per il Cenone di San Silvestro al Ristoro L’Antica Scuderia, che ci porterà dritti nel 2024.

    Informazioni e prenotazioni

    Telefono 0558071623

    Mail: info@ristorolanticascuderia.com.

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...