lunedì 10 Agosto 2020
Altre aree

    Primo incontro in pineta. Il percorso partecipativo del Piano Strutturale prende avvio a Barberino Val d’Elsa

    Si è aperto ufficialmente il percorso di coinvolgimento della comunità nella redazione del primo strumento urbanistico del Comune di Barberino Tavarnelle

    BARBERINO TAVAERNELLE – Il primo Piano Strutturale di Barberino Tavarnelle muove i suoi primi passi nell’attività di confronto e dialogo con il territorio.

    E’ iniziato in uno spazio pubblico all’aperto il percorso partecipativo finalizzato alla redazione dello strumento urbanistico del Comune. 

    Lunedì sera, nonostante le condizioni meteo non particolarmente favorevoli, si è tenuta l’assemblea di apertura, l’unica in presenza nell’ambito del ciclo di incontri in programma fino alla fine del mese, con il coinvolgimento di decine di cittadini, riuniti nella Pineta di Barberino Val d’Elsa.

    Ad illustrare il Piano, al fianco del sindaco David Baroncelli, attraverso la proiezione di immagini ed elaborati tecnici, sono stati l’architetto Pietro Bucciarelli, Responsabile Area Governo del Territorio del Comune di Barberino Tavarnelle, il professor Giuseppe De Luca, responsabile scientifico del Laboratorio Regional Design Dipartimento di Architettura Università degli Studi di Firenze. 

    La presentazione del Piano Strutturale si è incentrata sulla descrizione del quadro conoscitivo, dello statuto del territorio, sull’individuazione delle  strategie, come strumenti di analisi e studio delle unità territoriali organiche elementari, e della disciplina di piano.

    Lo strumento di governo del territorio è teso a veicolare la nuova volontà politica espressa dalla condivisione del percorso di fusione che ha portato le amministrazioni comunali, inizialmente distinte, ad istituire un ente unico.

    “Con il Piano Strutturale ci impegniamo insieme, con il fondamentale contributo dei cittadini  e di tutte le diverse realtà che compongono il tessuto sociale ed economico di Barberino Tavarnelle, a scrivere una nuova storia del territorio – rileva il sindaco David Baroncelli – il piano, alimentandosi del coinvolgimento attivo della popolazione, dei suggerimenti e delle proposte degli stakeholder, tecnici, operatori economici, aziende, cittadini, associazioni, acquisirà uno spessore maggiore nell’intento di proporsi come patto territoriale”.

    I prossimi tre incontri, in versione videoconferenza, si terranno nelle seguenti date e modalità:

    Lunedì 20 luglio 2020 • ORE 17.30

    Incontro on line rivolto ai tecnici del settore

    Per partecipare: https://global.gotomeeting.com/join/221200437

    Mercoledì 22 luglio 2020 • ORE 17:30

    Incontro on line rivolto gli operatori economici del commercio, industria, artigianato, turismo, agricoltura

    Per partecipare: https://global.gotomeeting.com/join/995620005

    Lunedì 27 luglio 2020 • ORE 17.30

    Incontro on line rivolto alle associazioni del territorio

    Per partecipare: https://global.gotomeeting.com/join/811846957

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino