mercoledì 14 Aprile 2021
Altre aree

    Publiacqua lancia l’allarme: “Occhio alle truffe in zona Barberino Tavarnelle”

    "Una residente ci segnala una persona che, fingendosi un incaricato Publiacqua, ha riferito telefonicamente di presunte variazioni tariffarie e di una successiva visita di un promoter"

    BARBERINO TAVARNELLE – “Una residente del comune di Barberino Tavarnelle ci segnala una persona che, fingendosi un incaricato Publiacqua, ha riferito telefonicamente di presunte variazioni tariffarie e di una successiva visita di un “promoter” per la sottoscrizione di un nuovo contratto di fornitura”.

    Il gestore del servizio idrico lancia l’allarme, per avvisare tutti del pericolo di possibili truffe in zona Barberino Tavarnelle (ma allargando lo sguardo anche ai comuni limitrofi).

    “Publiacqua – prosegue il gestore – ricorda ai cittadini che nessuno dei nostri incaricati sta svolgendo telefonate di questo tipo e che allo stesso modo nessun incaricato Publiacqua si reca presso le abitazioni private per proporre nuovi contratti”.

    Publiacqua invita comunque “i cittadini a segnalare prontamente alla nostra azienda o alle forze dell’ordine ogni episodio o richiesta sospetta”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...